Gli ormoni maschili dei milanesi si scatenano: ecco quando e perchè

Gli ormoni maschili dei milanesi sono sempre attivi. A discapito di chi dipinge Milano come una città grigia al pari dei suoi abitanti. I milanesi invece sono molto dinamici e frizzanti, vivono in una realtà in evoluzione costante e ricca di stimoli. La metropoli è inoltre frequentata da turisti provenienti da tutto il Mondo, dagli arabi ai russi fino ai cinesi. Sono loro a riscontrare quanto Milano sia accogliente e stimolante.

Gli ormoni maschili, anche quelli dei turisti, nel capoluogo meneghino si risvegliano così come testimonia la popolarità della ricerca escort Milano. Libero Quotidiano rileva come “mercoledì e giovedì l’incremento è notevole per impennarsi poi nel fine settimana quando si scatenano gli ormoni maschili. Il giorno più piccante? La domenica quando in città regna la quiete e i pensieri dei milanesi vanno soprattutto ai piaceri personali”.

A Milano, dati alla mano, crescono le presenze di professioniste del sesso. Le escort a Milano rendono infatti “bollenti” le giornate sia dei milanesi sia di coloro che prendono d’assalto gli hotel del Quadrilatero della moda. Perché in città anche le escort sono di lusso. Anche questa è Milano, una città creativa e ricca di tentazioni per gli ormoni maschili.

Escort Milano: le età non sono tabù

Il cliente medio milanese che si rivolge alle escort è benestante, è acculturato, intraprendente. Le età in fatto di sesso non sono mai un tabù. I clienti del sesso non solo i cosiddetti diversamente giovani, ma anche i giovani milanesi. Sono molteplici le motivazioni che spingono a rivolgersi alle accompagnatrici. Indubbiamente una delle principali è la possibilità di dare libero sfogo agli ormoni maschili dei milanesi.

Le escort sono tutte giovanissime? Straniere? Non esattamente. Vi sono professioniste del sesso di tutte le età e di tutte le nazionalità, tante italiane. C’è anche chi fa notizia. Non è milanese, ma rappresenta davvero una notizia che fa discutere anche a Milano. Si parla di Sheila Vogel-Coupe, inglese di 81 anni che si è messa a fare la escort. La diversamente giovane si fa pagare 300 sterline l’ora. Sheila Vogel-Coupe guadagna sterline grazie al suo corpo. Verrebbe chiaramente da pensare ad una notizia falsa, costruita ad arte. Ma non è così. La suddita di Sua Maestà ha optato per il mestiere più antico del mondo. E non si è mai pentita della decisione di diventare una escort.

La sua storia è stata il soggetto del documentario di Charlie Russel “Mia nonna è un’escort”. La signora inglese ha fatto una vita normalissima. Ha tre figli, tre nipoti e due bisnipoti. Quando non sta con loro si dedica alla sua attività da escort avviata dopo la scomparsa dell’amato marito.

I suoi clienti la conoscono come Gran Dama, Cecilia Bird e soprattutto Ruby Tuesday. La nonnina riferisce come nella sua vita ha sempre amato il sesso. Ha affermato di avere diversi clienti che “vedono in me qualcosa di diverso, di trasgressivo”. C’è chi sostiene che la vita sessuale diventi più intrigante dopo i 40 anni, a maggior ragione per una donna. Sheila è la prova provata che la vita può regalare delle sorprese della vita anche dopo gli 80 anni e prendersi soddisfazioni ad ogni età sfatando qualsiasi tabù.

Escort a Milano: cosa sono?

Quando si immagina l’escort a Milano a cosa si pensa? Abbiamo parlato dell’aspetto fisico e dell’età, della tipologia di clientela. Ma chi sono in realtà queste lavoratrici del sesso? Cosa rappresentano?

Iniziamo dal definirle. Una escort o in lingua inglese call girl (letteralmente in italiano squillo) è una lavoratrice del sesso. Differisce da una prostituta su strada in quanto non mostra la sua professione in luogo pubblico. L’escort infatti lavora in un luogo al chiuso e può essere anche gestita da un’agenzia di escort. Il cliente prende appuntamento attraverso il classico contatto telefonico o avvalendosi dei portali di annunci di escort a Milano. Infatti di solito le escort si pubblicizzano mediante piccoli annunci in riviste specializzate cartacee e soprattutto sui siti di annunci online e anche attraverso agenzie. Il quadro normativo è però differente in base a ciascuna Nazione, ma questo è un ambito piuttosto articolato e complesso.

Le escort possono lavorare sia all’interno di un’abitazione che in inglese viene definita incall dove il cliente va da loro. Oppure in lingua inglese outcall dove la escort si reca dal cliente. Alcune pornostar sono note escort.

Diverse agenzie e anche escort indipendenti hanno il proprio portale web. Dall’avvento di internet la pubblicizzazione delle prestazioni offerte ha diffuso in maniera considerevole l’attività di escort. Di norma un servizio fotografico mostra l’estetica della professionista ed esplicita i servizi offerti.

Fin qui la definizione della professione più antica del mondo. Dietro l’escort come abbiamo visto ci sono persone normalissime, che si incontrano per strada a Milano tutti i giorni e a tutte le ore. Le escort hanno una vita privata, delle passioni, delle ambizioni. Molte esercitano anche come secondo lavoro, c’è chi lo fa per un periodo, chi invece si specializza.

La loro fama si è diffusa mediante il web, ma anche le trasmissioni televisive. Oggi a Milano come in Italia se ne parla liberamente. Molte lavoratrici escono allo scoperto, si fanno vedere e rilasciano interviste. Altrettante sono personaggi pubblici con tanto di migliaia di followers. Nel bene e nel mano sono quindi parte integrante del panorama sociale e fanno alzare la temperatura degli ormoni degli uomini milanesi e non soltanto. Esistono inoltre eventi e fiere di settore, peraltro piuttosto frequentati. Molti si svolgono a Milano, ritenuta, soprattutto per la sua rilevanza sul piano economico, capitale italiana delle escort.