“Nosocomio Covid-19 in Fiera non è un lazzaretto, ma un ospedale specialistico”

Si dice “fiero di essere italiano, fiero di aver accettato questo incarico e fiero di averlo portato a termine”. Lo scrive Guido Bertolaso in una lettera letta durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo ospedale Covid-19 realizzato nella Fiera di Milano.

“Quando il mio Paese chiama io rispondo, perché io ci sento benissimo, e al grido di aiuto dell’Italia si risponde. Sempre. Anche quando, come in questo caso, ci sono rischi a cui sapevo di andare incontro”, scrive il commissario per l’emergenza covid-19 nominato dalla Regione Lombardia. Bertolaso è attualmente ricoverato al San Raffaele da quando è risultato. Ora “sta meglio e dalla sua camera continua a darci ordini e indicazioni”, fanno sapere.

“Non abbiamo realizzato un lazzaretto, lo abbiamo detto fin dall’inizio. Qui in Fiera abbiamo creato un vero e proprio ospedale specialistico”. Non si tratta, quindi, di un ospedale da campo, ma di un nosocomio “ideato e costruito nel rispetto del paziente e di tutti gli operatori sanitari e non che li assistono”, dove la figura centrale è il paziente. Bertolaso ha ringraziato il Governatore Attilio Fontana per averlo coinvolto in questo in questo progetto e supportato nella sua realizzazione. “La scelta del governatore ha assunto un carattere esemplare, non solo per l’Italia, che potrà essere replicata a breve in altre regioni, ma anche in ambiti internazionali”, osserva il commissario straordinario che, nel suo messaggio, ha ringraziato anche tutti coloro che “hanno lavorato ventre a terra che è quello che avevo chiesto appena sono arrivato qui”.

Il presidente Attilio Fontana ha ringraziato Bertolaso. “L’ho sottratto a un momento di riposo meritato e l’ho costretto a venire a Milano a sottoporsi a un tour de force, a lavorare e a correre dei rischi. Noi gli siamo vicini siamo convinti che vincerà questa ulteriore battaglia senza problemi, lui è stato un altro elemento catalizzatore e ha saputo trasformare un’idea in qualcosa di concreto”. Il governatore lombardo crede che il nuovo ospedale “potrà diventare un punto di riferimento per la rianimazione di tutto il nostro Paese” tant’è vero che il governo intende “riprodurre quello che abbiamo fatto in Fiera al Centro e al Sud d’Italia” affinché, di fronte a nuovo emergenze “ci possa essere la garanzia di una diga”.