A cosa servono gli esorcismi

Il rito dell’esorcismo, nella chiesa cattolica, serve per liberare un’anima posseduta dal demonio dal male. 

Lo scopo degli esorcismi è di conseguenza quello di eliminare il demonio che ha preso possesso di una persona. Il demonio, insegna la Chiesa Cattolica, può impossessarsi di persone, ma anche di cose, di luoghi, e rilasciare quindi un’influenza malefica che porta morte, dolore, possessione e distruzione. Per liberarsene è possibile affidarsi alla intercessione della Chiesa, e rivolgersi ad un prete esorcista, che assieme al vescovo è l’unico dotato dei poteri per liberare una persona dal demonio.

La definizione di esorcismo più completa e precisa si trova all’interno del Catechismo della Chiesa Cattolica, al numero 1673. Si legge che “Quando la Chiesa domanda pubblicamente e con autorità, in nome di Gesù Cristo, che una persona o un oggetto sia protetto contro l’influenza del Maligno e sottratto al suo dominio, si parla di esorcismo”. 

Già il battesimo è una forma di esorcismo; nella sua forma solenne, cioè quella effettuata per cercare di liberare una persona dalla possessione demoniaca, come vedremo sotto va esercitata solo dal presbitero col permesso del vescovo.

Gli esorcismi hanno lo scopo di effettuare lo scongiuro: esso è l’ordine, impartito nel nome della Chiesa, a Satana di liberare il corpo di una persona o di liberare dall’influenza maligna un luogo, una cosa, una persona. Nell’esorcismo non si chiede al demonio di andarsene, ma semplicemente glielo si ordina con l’autorità della Chiesa e di Gesù. 

Gli esorcismi sono dei sacramentali ovvero consiste in un segno sacro istituito dalla chiesa: agiscono per opera della Chiesa che prega, ovvero per il potere di intercessione della chiesa nel suo complesso e non solo del singolo sacerdote. 

La durata degli esorcismi può variare molto ma in genere possono veloci anche mesi o anni per casi gravi, difficilmente si esorcizza il male in una sola sessione. 

Chi può fare gli esorcismi (e chi no)

Solo esperto dell’occulto o esperti di magia nera https://www.espertimagianera.com/ possono eseguire esorcismi: essi possono essere molto pericolosi. 

Gli esorcismi possono essere eseguiti solamente dai vescovi (i quali, per mandato divino, possono scacciare i demoni) e dai preti che hanno ottenuto l’autorizzazione da parte del Vescovo per condurre gli esorcismi, e nessun altro. I laici non possono effettuare esorcismi: essi possono solo effettuare preghiere di liberazione, che comunque hanno lo scopo di liberare sè stessi o altre persone dal male ma che sono preghiere private. Gli esorcismi invece sono preghiere pubbliche, che chiedono nel nome di Gesù e della Chiesa di liberare una persona dal Male. 

In poche parole, quindi, perché gli esorcismi possano funzionare essi devono essere eseguiti con l’autorità della Chiesa Cattolica e per questo solo un vescovo, o un prete che abbia ottenuto l’autorizzazione dello stesso, hanno l’autorità di eseguire gli esorcismi per liberare delle persone dal male. Ciò non toglie che un esorcista, nell’esercizio del suo ministero, possa anche farsi supportare da gruppi di laici in preghiera: in ogni caso però è solo compito del prete portare avanti il rito.

Consulente SEO Mauro Madonna

Mauro Madonna è consulente SEO a Roma, CEO e fondatore di Comunicazione Web srl, appassionato di web e di tutto quello che riguarda il marketing