Coppa Italia. Il Milan di Pioli doma il Toro solo ai rigori

Il Milan di Pioli gioca per vincere, sempre. Contro il Torino i rossoneri inanellano il successo numero 19 in 26 partite stagionali, un 5-4 ai calci di rigore che permette al Diavolo di accedere ai quarti di Coppa Italia dove incontrerà la vincente fra Fiorentina e Inter, in campo mercoledì pomeriggio.

I granata escono a testa alta da San Siro. Decide la lotteria dei rigori con la parata del portiere di riserva Tatarusanu su Rincon. Nonostante l’eliminazione, buone indicazioni arrivano dal Toro. Rispetto a sabato, i granata sono rimasti in partita sino alla fine, con rabbia e orgoglio. La squadra di Giampaolo si rimetta in cammino verso l’obiettivo salvezza. Sabato c’è lo Spezia, incontro importante, al pari della gara successiva, in casa del Benevento.

Il Milan invece tira il fiato. Tornerà in campo lunedì a Cagliari, nella gara che chiuderà una giornata chiave con i due scontri diretti Lazio-Roma e Inter-Juventus potrebbero segnare la classifica. Il Milan ha ripreso la sua corsa e non vuole fermarsi. Ibrahimovic titolare certifica la scelta di un Milan che vuole lottare su tutti i fronti.

Rispetto a sabato scorso, l’approccio dei granata è stato diverso: meno meno remissivo. Il Toro crede nel colpaccio ma niente da fare, si va ai rigori dove protagonisti sono Tatarusanu e Calhanoglu, che segna il rigore decisivo.