Municipio 4: in arrivo aiuti a ulteriori centinaia di famiglie in difficoltà economica

Oggi “inizia la preparazione di centinaia di pacchi alimentari destinati ad altrettante famiglie bisognose del nostro territorio”. Ne da notizia il Presidente del Municipio 4 Paolo Guido Bassi insieme al suo Assessore alle Politiche sociali Marco Rondini, che sta curando la logistica dell’operazione. “Gli scatoloni – spiega il Presidente – contengono ognuno circa 40 kg di ottime derrate alimentari (pasta, sughi, conserve, ecc) di produttori locali e ci sono state donate da Coldiretti, che sul nostro territorio gestisce il mercato agricolo di via Friuli, con cui collaboriamo da tempo anche grazie al buon lavoro della nostra Commissione Commercio presieduta da Francesca Testa. “Questa iniziativa – spiega Bassi – è la dimostrazione della capacità del Municipio di fare rete con il territorio. Coldiretti, sapendo del nostro impegno per i più bisognosi, ci ha messo a disposizione gratuitamente i loro beni. I bancali sono stati stoccati presso alcune stanze della chiesa di San Michele e Santa Rita e la distribuzione avverrà attraverso gli attivisti di un’associazione di volontariato, l’Albero di Nicholas, già protagonista di iniziative similari con il Municipio 4. Le famiglie saranno scelte su indicazione della Parrocchia e dei Servizi sociali”.

“Oltre a questo intervento – sottolinea Bassi – solo negli ultimi mesi, abbiamo erogato dei buoni spesa da 50 euro per tutti gli anziani over 75 soli e in situazione di fragilità che vivono nelle case popolari (Aler e MM). Siamo riusciti a coprire tutte le persone appartenenti all’area “protezione” (475) e tutti quelli appartenenti all’area “accesso” (276)”.

Si tratta, conclude Bassi, “di un impegno importante da parte del Municipio, di cui andiamo orgogliosi e che – come dimostra la capacità di trovare nuovi, importanti partner, come Coldiretti – di un’attività virtuosa capace anche di generare solidarietà a tutto vantaggio dei milanesi che stanno vivendo maggiori difficoltà soprattutto in questo difficile momento legato alla pandemia”.