Il Milan delude e ora deve guardarsi da chi insegue

Cosa succede al Milan di Pioli? Tutto gira male e il Diavolo è deludente. Il Milan evita la sconfitta al 96’ ma rimedia una brutta figura contro l’Udinese. La brusca frenata in classifica non solo fa godere l’Inter che può andare in fuga ma anche le inseguitrici.

Il rigore dell’1-1 trasformato da Kessie serve solo a limitare i danni, perché se l’Inter vince a Parma vola a più 6 e non a più 7. I veri rischi arrivano dalle inseguitrici perché dopo la Juventus hanno vinto anche la Roma e l’Atalanta. Come se non bastassero i risultati delle concorrenti per inseguire un posto in Champions, il Milan deve pensare alla sua grave ricaduta dopo la bella prestazione sul campo della Roma.

La squadra è troppo imprecisa, lenta, nervosa. Il mister può recriminare fino a un certo punto sull’assenza di Ibrahimovic, perché le preoccupazioni arrivano anche per la prova di chi c’era. Donnarumma, spesso decisivo, questa volta regala il gol del vantaggio all’Udinese. Ma oltre a lui deludono quasi tutti i suoi compagni: da Hernandez, disastroso in fase difensiva, a Romagnoli bravissimo quando salva un gol sulla linea, ma ancora impreciso e ammonito, da Leao a Rebic impalpabili in attacco.