A Milano anche il taxi è solidale: come funziona l’iniziativa

Per usufruirne bisogna chiamare Milano Aiuta mediante il contact center del Comune (020202) per essere messi in contatto diretto con il numero unico cui faranno riferimento i tre radiotaxi che provvederanno, subito o su appuntamento (in questo caso con un anticipo non superiore ai tre giorni) a mettere a disposizione un’auto. Per ‘Taxi solidale’ la Fondazione Guido Venosta ha messo a disposizione 1 milione di euro, che serviranno a coprire l’intero costo delle corse.

Il servizio è attivo tutti i giorni 24 ore su 24 fino ad esaurimento dei fondi disponibili, e comunque per un periodo massimo di sei mesi, quindi fino al primo settembre. Dopo questo lasso di tempo si valuterà se estendere il servizio a ulteriori categorie, ad esempio il personale medico e paramedico, fino ad accompagnare i cittadini ai centri vaccinali.

Un taxi gratuito per over 65, le persone con disabilità, i volontari attivi nella rete di Milano Aiuta, i minori accolti in comunità e in generale i cittadini con gravi difficoltà socio-economiche. È nato a Milano “Taxi solidale”, il nuovo servizio di trasporto pubblico gratuito dedicato alle fasce più deboli individuate attraverso la rete di Milano Aiuta. Il progetto è promosso dalla Fondazione europea Guido Venosta, presieduta da Giuseppe Caprotti, e coinvolge i radiotaxi milanesi 024040, 028585, 026969 e le associazioni di categoria TAM, SATaM, Unione artigiani della Provincia di Milano, Taxiservice. Il Comune di Milano, che ne ha favorito la nascita e curato l’avvio, partecipa in modo attivo all’iniziativa.