Il minimalismo digitale è molto più che una serie di regole

Minimalismo digitale di Cal Newport è stato pubblicato nel 2019, ed è diventato velocemente un libro-rivelazione tradotto nel mondo in 15 lingue, segnalato come “best seller” dal New York Times: in Italia è stato tradotto e pubblicato da ROI edizioni, che oggi lo ripropone nella nuova collana di successi “Gli Essenziali”.

“Minimalismo” è l’arte di saper riconoscere lo stretto necessario. Il “minimalismo digitale” è l’applicazione di questa idea alle tecnologie. Il libro riflette sulle conseguenze delle strategie delle società della Silicon Valley, che hanno sfruttato le più avanzate scoperte della psicologia e delle neuroscienze per tenerci incollati ai loro dispositivi, dando vita alla cosiddetta “economia dell’attenzione”: noi siamo il prodotto e gli inserzionisti pubblicitari sono gli acquirenti.

Cal Newport, professore di Computer science e saggista di successo, ritiene che il modo migliore per riprendere il controllo sia proprio il minimalismo digitale: una filosofia che lui stesso ha sposato – privandosi di qualsiasi profilo social – che prevede di fare un passo indietro e ripensare il nostro rapporto con la tecnologia in maniera attiva.
“Come molti nel mio settore”, scrive l’autore, “sono affascinato dalle potenzialità del futuro tecnologico. Ma sono convinto anche che non riusciremo a sbloccare questo potenziale fino a quando non ci sforzeremo di assumere il controllo della nostra vita digitale.”

Minimalismo digitale, supportato da solide basi scientifiche, spiega perché dovremmo abbracciare questa visione e quali vantaggi potrebbe portare, condividendo il percorso pratico studiato e testato dall’autore per emanciparci dai nostri dispositivi digitali, per tornare ad avere il pieno controllo del nostro tempo e per decidere senza condizionamenti quali sono le attività che realmente hanno valore per noi e ci rendono felici.

“Se pensate di riuscire a cavarvela anche senza accedere di continuo allo smartphone e se avete la sensazione che così la vostra vita cambierebbe in meglio”, scrive l’autore, “sappiate che dire “Basta” non è poi così difficile. Scegliete di investire questo valore in cose che per voi contano di più”.

Cal Newport è autore di diversi libri, fra cui i best seller Deep Work e Minimalismo digitale. È docente di Computer science alla Georgetown University e oltre alle attività accademiche compie ricerche e scrive a proposito dell’influenza che la tecnologia esercita sulle nostre vite. Ha scritto su New York Times, The Economist, Financial Times, Washington Post, Wall Street Journal e The Guardian. Da buon minimalista digitale, non possiede alcun profilo social.