TRIBUTE: adottata la nuova piattaforma online, uno strumento dinamico per facilitare gli scambi tra i partner del progetto

Al termine del secondo ‘project period’, il consorzio TRIBUTE ha completato diverse attività, compresa l’adozione della TRIBUTE knowledge platform, come strumento essenziale per un’implementazione completa del progetto. Infatti, a causa delle restrizioni di viaggio e delle limitazioni agli incontri in presenza, imposte dalla pandemia di COVID-19, TRIBUTE ha riscontrato la necessità di adottare uno strumento web dinamico e interattivo per facilitare gli scambi tra i partner del progetto. La soluzione è stata trovata nella EUSAIR Stakeholder Platform (ESP), gestita dalla Regione Marche, partner di progetto italiano del programma Interreg ADRION, oltre che EUSAIR Facility Point.

L’ESP è stata adottata come TRIBUTE knowledge platform ed è stata finora utilizzata per l’organizzazione di incontri on-line tra i partner del progetto, ad eccezione del Comune di Milano che l’ha già sperimentata per il primo incontro con gli Stakeholder. In prospettiva, la TRIBUTE knowledge platform sarà utilizzata da tutti i partner per condividere i risultati delle azioni pilota e per lo scambio di buone pratiche con gli stakeholder, partecipando ai living lab TRIBUTE. La piattaforma offrirà caratteristiche sia funzionali che tecniche per l’interazione tra le parti interessate e per la condivisione delle informazioni. Questa forma di partnership bilaterale tra EUSAIR Facility Point e TRIBUTE, rappresenta un valore aggiunto per il Programma Interreg ADRION, realizzato attraverso l’intreccio di due progetti Interreg.

Per quanto riguarda le attività principali del progetto, la maggior parte dei partner di TRIBUTE ha lanciato i propri Living Labs. Novi Sad ha organizzato con successo 6 incontri con gli stakeholder. Il Comune di Milano ha tenuto all’inizio di Dicembre il kick-off meeting con gli operatori della mobilità condivisa. Le città di Lubiana e Maribor hanno programmato i loro incontri di avvio separatamente per metà dicembre, mentre altri partner del progetto (Zagabria, Sarajevo, Podgorica e Patrasso) stanno pianificando di avviare le loro attività di living lab all’inizio del 2022.

La metodologia per il TRIBUTE Action Plan è stata di recente finalizzata dal Comune di Milano, includendo un quadro comune per l’implementazione di diverse azioni pilota, coerente con il programma definito dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) per le città che lo hanno adottato, ed il PUMS di tutte le città partner (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile), insieme ad altri progetti di mobilità cittadina. Successivamente, verrà valutata l’efficacia dell’approccio del living lab, al fine di essere adottato anche per altri progetti di mobilità urbana.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web ufficiale di TRIBUTE