Tecnologia in famiglia: frigoriferi, tipologie e differenze

Sul mercato dell’elettrodomestica ci troviamo di fronte a tantissime differenti tipologie di frigoriferi, orientarci nell’acquisto dell’elettrodomestico più vicino alle nostre necessità può risultare un problema se non ne conosciamo le differenze. In questo articolo andremo a scoprire le varie tipologie e differenze di frigoriferi presenti attualmente sul mercato.

Il mercato degli elettrodomestici è molto vasto e ci troviamo di fronte a tantissimi prodotti differenti non solo per qualità ma anche per tecnologia, funzionalità e materiali.

Frigoriferi no frost o total no frost

La prima tipologia che andiamo a vagliare è quella attualmente più conosciuta. Parliamo dei frigoriferi no frost e/o frigoriferi total no frost. Queste due tipologie di frigorifero sono praticamente identiche ed hanno come caratteristica principale quella di non dover sbrinare il congelatore perché grazie alla sua tecnologia interna è in grado di limitare la formazione di muffe e di cattivi odori. Questo è possibile perché il frigorifero presenta un unico motore che impedisce la formazione della brina espellendo i vapori e gli odori creati dagli alimenti all’interno del frigorifero.

frigorifero statico e frigorifero statico ventilato

Altre tipologie molto conosciute sono il frigorifero statico e il frigorifero statico ventilato. Entrambe le tipologie grazie ad un gas che si muove all’interno del frigorifero avviano il processo di raffreddamento sia della parte superiore che della parte del congelatore. Infatti in questo caso si ha uno o più motori a seconda del modello scelto e due circuiti separati per i due diversi comparti. L’unica differenza tra i due modelli la fa una ventola presente all’interno del frigorifero statico ventilato che consente di uniformare maggiormente il freddo all’interno del dispositivo. Entrambi i modelli però hanno bisogno di una sbrinatura periodica almeno una volta l’anno e deve essere eseguita manualmente.

Frigoriferi frost free o partial no frost

Ultima ma non meno importante tipologia di frigoriferi che incontriamo sono il Fost Free e il partial no frost entrambi sono tra i più recenti usciti sul mercato ed assemblano in un unico dispositivo le caratteristiche migliori delle tipologie di frigoriferi vista sopra. Troviamo infatti nella parte frigorifero una meccanica di tipo statico ventilato che consente di mantenere i cibi freschi e in ottimo stato. Nella parte congelatore troviamo la tecnologia no frost che consente di congelare il cibo e di non dover sbrinare il congelatore periodicamente.

Da aggiungere a tutte queste tipologie ci sono poi le varie differenze dovute alla classe di appartenenza. L’unione Europea ha infatti decretato nel 2012 che i frigoriferi dovessero essere tutti prodotti da una classe non inferiore ad A+. La classe più alta è la A+++ ed equivale al maggior risparmio energetico e quindi di conseguenza al maggior impatto ecologico. Troviamo comunque tutte le caratteristiche interne del dispositivo sull’apposita etichetta posta sul frigorifero. Per l’acquisto di un dispositivo simile si possono spendere anche cifre importanti, allo stesso tempo avremo un impatto positivo sul fronte economico risparmiando sulla bolletta elettrica. Non tutti sanno che lo stato italiano mette a disposizione il Bonus Elettrodomestici per l’acquisto di elettrodomestici eco e prevede una detrazione fiscale dell’importo speso pari al 50%. Perciò potremmo oltre che risparmiare unicamente sulla bolletta elettrica anche avere un risparmio notevole sull’acquisto. Per ottenerlo basta presentare apposita documentazione all’agenzia delle entrate e ricordatevi di conservare sempre fattura d’acquisto e ricevuta di pagamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *