Cos’è e cosa fa la Smile House di Milano

A Milano è possibile curare bambini affetti da labiopalatoschisi e labioschisi grazie all’impegno della Smile House. La grande famiglia di Operation Smile è composta da medici volontari, staff e sostenitori. Tutti sono impegnati a curare i pazienti ma anche nell’abbattimento delle barriere che impediscono l’accesso ad una chirurgia gratuita e sicura. La formazione, gli accordi con i governi dei Paesi in via di sviluppo permettono di conseguire l’obiettivo di garantire un maggiore accesso alle cure a chi ne ha necessità. E’ innegabile che tutti hanno il diritto di ricevere cure mediche adeguate. Inoltre bisogna dare a ciascuno l’opportunità di un maggiore benessere.

Smile House Milano: come nasce

L’impegno a curare bambini affetti da labiopalatoschisi e labioschisi è costante e si concretizza grazie a sinergie a tutti i livelli. Una di queste ha permesso di dare vita alla Smile House di Milano.

E’ stato siglato un Protocollo d’Intesa tra la Fondazione Operation Smile Italia Onlus e l’Ospedale San Paolo oggi Asst Santi Paolo e Carlo – Polo Universitario. Era già sede del Centro Regionale di riferimento per le labiopalatoschisi diretto dal Prof. Roberto Brusati. Nel 2011 è nata così la Smile House di Milano.

E’ il primo centro multi-specialistico di Operation Smile in Europa per il trattamento delle malformazioni congenite cranio – maxillo – facciali. La Smile House garantisce, in un’unica struttura, un’equipe multi specialistica. Lo staff medico segue i piccoli pazienti nel corso di tutto l’iter diagnostico e terapeutico.

Smile House Milano: cosa fa

Nel Centro d’eccellenza milanese vengono curati i pazienti che presentano malformazioni congenite cranio – maxillo – facciali. Qui arrivano soprattutto bimbi affetti da labiopalatoschisi e labioschisi. Le cure prestate hanno un approccio olistico interdisciplinare che va dai trattamenti chirurgici a quelli post chirurgici, ortodontici, logopedici, otorinolaringoiatrici e psicologici.

Smile House Milano porta avanti progetti di ricerca scientifica che sono nati nell’ambito delle tecniche chirurgiche, della crescita dei mascellari e della qualità della fonazione. Inoltre a Milano si svolge la formazione di medici che qui giungono da tutto il mondo allo scopo di tenersi aggiornati sul moderno approccio alla cura della labiopalatoschisi.

L’impegno è molteplice. Infatti vengono svolti colloqui pre-natali e pre-adozione che hanno come obiettivo di garantire un supporto medico e psicologico ai futuri genitori di bambini affetti da queste patologie. L’assistenza alle famiglie viene effettuata dal gruppo genitori “Ti racconto un sorriso”.

Labioschisi e labiopalatoschisi: centro di cura in Italia

Come illustrato nel dettaglio quindi la Smile House non è soltanto un centro di cura. E’ anche un centro di ricerca e di formazione in Italia che si rivolge al personale medico e sanitario dei Paesi partner dell’Organizzazione. In più è un centro di riferimento per le coppie che hanno scelto di adottare un bambino nato con una malformazione al volto. La Smile House è ubicata al nono piano blocco B dell’Asst Santi Paolo e Carlo – Presidio San Paolo di Milano. Osserva i seguenti orari. Ambulatori di visita multidisciplinare (chirurgia, ortodonzia e logopedia): lunedì e giovedì dalle 8.30 alle 13.00. Terapie ortodontiche: martedì e mercoledì dalle 9.00 alle 13.00 e il giovedì dalle 13.00 alle 17.00. Terapie logopediche: lunedì e giovedì dalle 13.00 alle 17.00. Segreteria: dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 14.00.

Operation Smile: cos’è

Nel 1982 il dott. William (Bill) P. Magee Jr., chirurgo plastico, insieme alla moglie Kathleen (Kathy), infermiera e assistente sociale, si recarono nelle Filippine. Erano nel Paese asiatico insieme ad un gruppo di medici volontari. Dovevano operare bambini affetti da labiopalatoschisi. Centinaia di famiglie arrivarano a Naga City. Erano tutte colme di speranza. Chiedevano che i loro figli potessero essere operati. Tuttavia i medici riuscirono ad operarne solo quaranta. Prima di ripartire i coniugi Magee promisero di ritornare per aiutare più bambini.

Raccolsero donazioni per attrezzature medico-chirurgiche. Si rivolsero alle aziende che le producevano, raccolsero fondi tra la gente comune. Raggrupparono 18 medici, infermieri e tecnici per la loro missione umanitaria nelle Filippine. Furono in grado di aiutare un centinaio di pazienti ma altrettanti rimasero in attesa. Da qui nacque Operation Smile.

A quasi 40 anni da quel lontano 1982 Operation Smile è divenuta un’organizzazione medica umanitaria che riunisce una rete mondiale di migliaia di volontari. Provengono da più di 80 Nazioni. Sono tutti uniti dall’impegno ad aiutare a migliorare la vita e la salute di bambini di oltre 60 Paesi. Negli anni oltre 270 mila piccoli con il labbro leporino ed altre malformazioni al volto hanno ritrovato il sorriso.

La Fondazione Operation Smile Italia Onlus è operativa in Italia dal 2000 con oltre 120 volontari medici, infermieri e operatori sanitari. Sono coinvolti nelle missioni mediche che si svolgono nel mondo e in progetti di cura nazionali ed internazionali. La Fondazione contribuisce alla sostenibilità dei programmi internazionali mediante attività di raccolta fondi e donazioni in denaro di privati ed aziende. E’ operativa nel nostro Paese con i progetti “Smile House”, “Un Mare di Sorrisi” in collaborazione con la Marina Militare e “World Care Program”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *