Milano. Corsi gratuiti su come prendersi cura di mamme e bimbi

Il Municipio 4 torna a prendersi cura di mamme e bimbi con diversi corsi gratuiti. Si tratta di un sostegno concreto alle coppie che stanno facendo crescere la comunità. “Dopo il fitto calendario di opportunità offerte questa estate, torniamo a realizzare tante occasioni di incontro e crescita destinate alle giovani coppie del nostro territorio e ai loro bambini”. A comunicarlo è il Presidente del Municipio 4 di Milano Paolo Guido Bassi. Insieme al suo assessore alle Politiche Sociali Marco Rondini presenta ‘Mi prendo cura: donne, mamme e famiglie a Milano’. Il progetto è realizzato insieme all’associazione ostetriche Felicita Merati.

Come prendersi cura di mamme e bimbi: il progetto

Si propone l’obiettivo di offrire alle donne in particolare e alle famiglie spazi e servizi pensati ‘su misura’ per promuovere la salute e sostenere la genitorialità. Si parte dalle prime fasi di vita della nuova famiglia. Attenzione particolare viene riservata alla promozione del legame mamma-bambino. “Si intende favorire lo sviluppo di reti di relazioni sociali e prevenire il disagio dovuto all’isolamento”. Il Municipio punta a diffondere “una cultura del prendersi cura, con attenzione alla creazione di luoghi di accoglienza, ascolto e comunicazione con l’altro” La misura è rivolta alle famiglie con bambini in età da 0 a 6 anni.

Come prendersi cura di mamme e bimbi: la metodologia

Verte su questi concetti chiave: accoglienza, ascolto attivo ed empatico, empowerment delle competenze genitoriali. E’ basato sulla valorizzazione dei punti di forza e sul superamento delle eventuali criticità, accompagnando i genitori a scegliere senza ‘ricette’ o ‘istruzioni per l’uso’.

‘MI prendo cura di ME’

Ciclo di incontri secondo il metodo perineo integrazione e movimento, modalità di lavoro corporeo che facilita la percezione, il movimento, e l’integrazione del perineo nella vita quotidiana. Conoscere, prendersi cura, e mantenere una buona salute della muscolatura del pavimento pelvico migliora la qualità della vita quotidiana e sostiene la donna durante tutte le fasi della sua esistenza. Modalità: Un pomeriggio a settimana per 2 ore.

“Mi prendo cura di noi”

Educare Giocando. Percorso di incontri per bambini dai 3 ai 36 mesi, divisi in gruppi per età. I bambini da 0 a 3 anni apprendono tantissimo in breve tempo e mutano velocemente il loro comportamento e la modalità di interagire con ciò che li circonda, per questo motivo non è sempre facile comprenderli e interpretare le loro comunicazioni.

Diversi studi hanno dimostrato l‘importanza dei primi 1000 giorni per la salute psicofisica anche futura e per il legame di attaccamento genitore-bambino. Inoltre, il gioco per il bambino è da considerarsi motore dello sviluppo globale, possibilità di scoperta e conoscenza della realtà, canale di relazione e comunicazione con gli altri.

Ogni incontro del percorso avrà un tema diverso e sarà I’occasione per sperimentare insieme ai bambini il gioco condiviso come modalità primaria in cui possiamo entrare in relazione con loro, al fine di riscoprire la fondamentale importanza del legame genitori-figli e dello stare insieme per crescere insieme. Modalità: al mattino in gruppi divisi per età.

“Spazio gioco”

Lo Spazio Gioco consiste in un tempo e uno spazio a misura di adulti e bambini da 1 a 3 anni. Si intende offrire la possibilità di espressione del bisogno del bambino di scoprire e sperimentare attraverso il gioco spontaneo. Verranno inoltre proposte attività motorie, manuali e creative condotte dall’adulto e rivolte a tutto il gruppo di bambini e adulti.

Lo Spazio Gioco risponde al bisogno di autonomia crescente dei bambini e di proposte proporzionate all’età e al livello di sviluppo, in un contesto di sicurezza affettiva garantita dalla presenza di un adulto di riferimento. Inoltre favorisce la socializzazione precoce, con attenzione alla creazione di uno spazio di ascolto e di comunicazione con I’altro.

Infine offre la possibilità di un momento di confronto tra adulti sulle tematiche educative, anche tra diverse generazioni. Modalità: una mattina a settimana con la partecipazione di n. 8 bambini insieme ai loro accompagnatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *