L’antica Mediolanum rivive in tutta la sua straordinaria bellezza

Per conoscere Milano antica ci sono a disposizione poche testimonianze. Ma grazie ad un tour virtuale è possibile scoprirla. L’antica Mediolanum rivive grazie al digital artist Roberto Arsuffi. L’appassionato di architettura e arte ha ricreato la Milano d’epoca romana.

Ne parla The Next Tech. A portale specializzato in tecnologia il fondatore di Urbanfile.org descrive il suo “archivio architettonico basato sul contributo del web”. Il professionista ha realizzato una copia 3D della Mediolanum antica di 1700 anni addietro.

Tour virtuale della parte settentrionale del borgo romano

Oggi vi sono solo alcune testimonianze del borgo romano presenti nelle fermate della metro. Porta Comacina era una di queste. “Era una delle nove aperture stradali ricavate nella cinta muraria romana della città di Mediolanum” racconta Arsuffi nell’iuntervista. “Venne fatta presumibilmente erigere, insieme alle mura, da Cesare dopo l’assunzione di Mediolanum al rango di municipium nell’anno 49 a.C., oppure in seguito da Ottaviano, nel 27 a.C.”

Chi conosce la Milano moderna

Grazie alla ricostruzione di Arsuffi, i milanesi possono trarre dettagli in più per capire la zona. “In epoca alto medievale venne chiamata anche Porta del Cordusio, per via del vicino palazzo del Duca longobardo che sorgeva nell’odierna piazza Cordusio”. Era una Milano più piccola di quella attuale, ma alcune zone sono già riconoscibili, per esempio Porta Ticinese e Porta Romana.