Hanà e Momò domenica 3 febbraio allo Spazio Teatro 89

Uno spettacolo di teatro d’oggetti e d’attore ad alto tasso di fantasia e immaginazione. E’ il nuovo appuntamento della rassegna per l’infanzia “Teatro Piccolissimo e non solo”. Organizzata dallo Spazio Teatro 89 di Milano. Domenica 3 febbraio (ore 11; ingresso 8 euro), nell’auditorium di via Fratelli Zoia 89. Va in scena la compagnia Principio Attivo Teatro con “Hanà e Momò”, adatto ai bambini dai tre anni in su.

Le due protagoniste Hanà e Momò

Arrivano da luoghi diversi, ciascuna con il proprio bagaglio, e si trovano davanti ad uno spazio circolare, vuoto, fatto di sabbia. Hanà e Momò si conosceranno giocando: per Hanà, giocare significa cercare di sorprendere e superare le abilità di Momò – e viceversa – attraverso l’invenzione, la creazione e il racconto di piccole storie, che prendono forma e vita grazie anche all’utilizzo della sabbia e degli altri oggetti che entrambe custodiscono nel proprio sacco. Alla fine non ci sarà un vincitore, perché Hanà e Momò scopriranno quanto sia più importante attingere dagli stimoli reciproci, quanto sia più preziosa la gioia del “fare insieme” rispetto a quella di superarsi.

Lo spettacolo della compagnia Principio Attivo Teatro affronta il valore dello scambio, dell’incontro e dell’importanza del concetto di unione. In giapponese, le parole Hanà e Momò significano, rispettivamente, fiore e pesca. Come il fiore diviene frutto (che, a sua volta, contiene i semi indispensabili alla nascita di nuovi germogli, in un ciclico percorso di trasformazione vitale), così anche le protagoniste creano il loro gioco a due, succedendosi l’una soltanto grazie alla presenza dell’altra. L’elemento principale che corre lungo tutto il filo narrativo di “Hanà e Momò” è, infatti, la continua combinazione di azioni e intenti tra le due protagoniste. Un dualismo che, espresso secondo la modalità del gioco, permette loro di attuare fantasiose trasformazioni.