Icardi escluso dalla gara con il Rapid: è rottura con l’Inter

I nerazzurri usano il pugno duro. Icardi non è più il capitano dell’Inter. Icardi escluso dalla gara con il Rapid. Dopo l’allenamento di rifinitura ad Appiano, prima della partenza della squadra per Vienna, la scelta. Il tecnico Luciano Spalletti, insieme all’a.d. Beppe Marotta e il d.s. Piero Ausilio, hanno optato per la soluzione drastica.

I vertici interisti, presenti ad Appiano, ha poi comunicato la scelta alla squadra. Il tweet ufficiale dell’Inter è arrivato alle 12.34. La fascia passa a Samir Handanovic, già dalla sfida di domani a Vienna, trasferta alla quale non prenderà parte Icardi, che non figura nella lista dei convocati.

La polemica continua tra il club e la moglie-agente di Icardi, Wanda Nara, è divenuta insostenibile. Le esternazioni di Wanda hanno più volte infastidito i dirigenti e lo stesso allenatore. Nel vertice tra Marotta e Spalletti era stato toccato l’argomento. Le parole relative ad un Icardi poco e mal servito dai compagni hanno alzato i toni dello scontro.

Le polemiche hanno aumentato ancor di più la distanza tra Icardi e il resto dello spogliatoio, sempre più insofferente alle uscite della signora Icardi. Di qui la decisione, quasi obbligata, del tecnico e del club. Decisione che fa tornare alla memoria la frattura tra Spalletti e un altro capitano, Totti. Era sempre febbraio, ma del 2016, quando il capitano della Roma fu allontanato dal ritiro prima di un Roma-Palermo. La mossa, tra l’altro, apre scenari sempre più concreti di una separazione a fine stagione tra il capitano e l’Inter. Il rinnovo del contratto è quindi da escludere.