Il poster Lublan scatena l’ira delle femministe

Il poster Lublan svetta in viale Monza. L’azienda ha deciso di pubblicizzare i propri prodotti per auto, soprattutto lubrificanti e chimici per autotrazione. Per farlo ha scelto l’immagine di una donna a carponi, vestita con una tuta di vernice nera, in una posa chiaramente equivoca. Questo è il poster Lublan.

Ma le femministe non ci stanno. La denuncia dell’ennesima pubblicità sessista arriva dalla pagina Facebook del movimento femminista Non Una Di Meno. Le attiviste hanno postato l’immagine del cartellone pubblicitario imbrattato di vernice rosa con il commento “Uova di Pasqua fucsia su pubblicità sessiste”.

Non è la prima volta che la stessa azienda usa immagini spinte per pubblicizzare i suoi prodotti. L’ultima, lo scorso novembre, era toccato alla foto di una ragazza in lingerie in viale Forlanini.