Sopracciglia da vip? Scopriamo il microblading a Milano

Il microblanding è l’evoluzione del trucco semi permanente e si differenzia dalla capacità di dare un effetto molto più naturale allo sguardo.

Cos’è e come viene eseguito il trattamento di microblading

Con il microblanding la professionista esegue dei micro tagli per inserire il colore mediante l’uso di una specie di lama dotata di piccoli aghetti volti a distribuire il colore nella zona prescelta.

Prima di passare a questo procedimento disegna le sopracciglia a mano per accertarsi che la definizione delle sopracciglia sia di gradimento della cliente, ma anche che le calzi a pennello e le conferisca un aspetto quanto più naturale possibile.

E’ inoltre possibile confrontare i preventivi e i risultati di diversi centri estetici oppure farsi consigliare da un’amica o conoscente che si è già sottoposta al microblading.

Consiglio: meglio evitare tonalità eccessivamente scure per scongiurare antiestetici effetti marcati.

Inoltre, per evitare di incappare in situazioni spiacevoli, è vivamente consigliato rivolgersi a professionisti esperti e affidabili, i quali rispetteranno tutte le norme igieniche previste dalla legge italiana.

Inoltre è possibile chiedere loro alcune foto dei loro precedenti trattamenti per capire se possono fare al proprio caso o vedere il sito Pink Ink Microblading Milano

I pigmenti del microblading e vantaggi di questo trattamento

I pigmenti utilizzati per il microblading sono privi di nickel per evitare allergie e sono bioassorbibili, ossia vengono naturalmente assorbiti dalle cellule cutanee nel giro di 12 mesi, dopo i quali si può decidere di sottoporsi ad un ritocco oppure tornare all’aspetto originario.

Meglio evitare i pigmenti impiegati per i tatuaggi tradizionali, in quanto non idonei alle continue variazioni della pelle del viso, che è maggiormente esposta agli agenti atmosferici.

Per garantire una lunga durata al trattamento, è bene evitare il più possibile cloro, bagni turchi, saune e lampade, in quanto favoriscono lo sbiadimento del colore.

Grazie al microblading non ci dovrà più occupare di curare le proprie sopracciglia per ben dodici mesi e si potrà godere di un effetto molto naturale che ben evidenzia lo sguardo.

In più ha la possibilità di porre rimedio alle alopecie e a quelle sopracciglia dotate di peluria molto rada, spesso responsabile di disagi e scarsa autostima.

Il microblading non è un trattamento definitivo e questo permette, qualora non si fosse soddisfatte del risultato, di tornare all’aspetto originario una volta sbiadito il colore.

Per quanto riguarda invece il ritocco annuale, può essere adeguato in base al cambiamento cromatico del viso.

Costi del microblading

I costi del microblanding possono oscillare dai 300 agli 800 euro e prevedono:

  • Una prima seduta;
  • Un primo ritocco dopo 3-4 settimane incluso nel prezzo;
  • Il ritocco annuale, il cui costo si aggira intorno ai 150 euro.

Per ottenere il massimo del risultato, è bene non negoziare il costo, in quanto andrebbe a discapito della qualità.

Ricordare che il lavoro una professionista accreditata deve essere giustamente riconosciuto e pagato.

Tuttavia è possibile trovare delle buone offerte, poiché i vari centri estetici, per invogliare le clienti a provare il microblanding, propongono degli sconti, ma occhio a non farsi allettare da importi eccessivamente bassi.

Parlando del dolore, si può dire che può non essere avvertito grazie all’applicazione di un anestetico.

Mauro Madonna

Mauro Madonna è consulente SEO a Roma, CEO e fondatore di Comunicazione Web srl, appassionato di web e di tutto quello che riguarda il marketing