Carrozzine multisport nelle scuole primarie di Milano

Come recita la Convenzione ONU dei diritti dell’infanzia del 1989, tutti i bambini hanno diritto a giocare. Ecco perché l’ASST Gaetano Pini-CTO sostiene la raccolta fondi di APL, Associazione paraplegici Lombardia che, grazie a questa iniziativa, acquisterà delle carrozzine multisport da destinare ai bambini disabili delle scuole primarie milanesi, per permettere loro di svolgere attività sportiva e migliorare, in generale, la propria mobilità grazie alla maggior maneggevolezza.

“Un’iniziativa di grandissimo valore per la quale ringraziamo l’Associazione paraplegici Lombardia: un gesto concreto che potrà essere d’aiuto alle famiglie più bisognose per accompagnare il percorso di inclusione e sostegno che ogni giorno viene portato avanti nelle nostre scuole”. È il commento dell’Assessore all’Educazione e all’Istruzione Laura Galimberti.

Inclusione e sostegno sono le parole chiave di questo progetto, grazie al quale le carrozzine “multisport” saranno destinate in comodato d’uso gratuito alle famiglie che le richiederanno alle scuole primarie della città di Milano. L’iniziativa è sviluppata in sinergia con l’Ufficio scolastico territoriale di Milano che, nell’ambito del progressivo sviluppo di processi di inclusione, aiuta le famiglie con figli con disabilità e che, grazie all’iniziativa dell’associazione e al sostegno dell’ASST Gaetano Pini-CTO, ha deciso di fare un punto sulla presenza di alunni disabili nelle scuole primarie milanesi: a oggi sono 21 i bambini che utilizzano la sedia a rotelle.

Leggere, maneggevoli e regolabili, le carrozzine “multisport” sono uno strumento tecnologicamente avanzato che favorisce il diritto al gioco e l’avvicinamento alle discipline sportive, anche agonistiche, ai bambini con disabilità. L’idea del progetto nasce dai commenti dei genitori degli alunni che in altre Regioni hanno avuto la possibilità di sperimentare le funzionalità di questo tipo di carrozzine: poter partecipare all’ora di educazione fisica o alla ricreazione insieme con i compagni ha completamente rivoluzionato la vita dei loro figli.

“Vorremmo dotare le scuole di queste carrozzine perché permettono ai bambini di integrarsi con le attività dei coetanei e di immaginare in grande, senza dover dare evidenza dei limiti – spiega APL ONLUS –. Noi adulti abbiamo il dovere di impegnarci per garantire ai bambini una crescita serena. Lo sforzo di donazione che chiediamo agli amici dell’associazione APL e alle persone che sosterranno questa causa va in questa direzione”.

“La nostra azienda riconosce il valore dello sport – commenta la dott.ssa Paola Maria Pirola, Direttore socio sanitario dell’ASST Gaetano Pini-CTO – necessario al corretto sviluppo psicofisico e come valido supporto agli interventi riabilitativi, oltre che mezzo di inclusione sociale, soprattutto per le persone più giovani, come gli alunni delle scuole primarie a cui verranno donate le carrozzine ‘multisport’. Ecco perché l’iniziativa di APL ha il nostro pieno sostegno”.

La raccolta fondi di APL lanciata su Produzioni dal basso, prima piattaforma di crowdfunding italiana, ha come obiettivo la raccolta di € 12.200,00 per acquistare fino a 6 carrozzine “multisport”. Un primo passo nella speranza di riuscire a coprire sul lungo periodo l’intero fabbisogno cittadino.