Milan-Napoli: buon punto almeno per la ripartenza ma è troppo poco

Milan-Napoli finisce 1-1. Il Milan ha disputato una partita propositiva ma sono arrivati comunque i fischi a San Siro. Out Suso messo k.o. dalla gastroenterite, al suo posto Rebic, un sostituto non all’altezza e anche lui non al meglio. All’intervallo Pioli lo ha tolto dando spazio a Kessie.

Nel Napoli fuori Manolas e Fabian Ruiz, dentro Maksimovic ed Elmas. L’inizio è di marca rossonera, la squadra produce ma non rispetta fino in fondo l’indirizzo di Pioli. L’allenatore aveva chiesto di portare palle in area per Piatek, che invece resta inservito e nella solita versione di spettatore in mezzo al campo.

Arriva il vantaggio ospite con la conclusione dal limite dell’area di Insigne che si stampa sulla traversa ed è Lozano il più rapido ad approfittarne per ribadire in gol. Vantaggio che dura appena 5’ quando è il tiro a giro del ritrovato Bonaventura ad avere successo. Hysaj è fortunato a non entrare nel tabellino dei marcatori come autore di autogol, nel finale di tempo è Rebic a schiacciare di testa a lato un’occasione facile dopo una gran palla di Krunic. Anche Insigne sbaglia. Lanciato da solo verso Donnarumma, sbatte su Gigio il possibile 1-2. Finisce 1-1. Un buon punto almeno per la ripartenza ma è troppo poco soprattutto per Pioli. La strada, per entrambe, è ancora lunga.