Babysitter Milano: a chi affidare i propri figli

Milano è una città giovane con tante famiglie con bambini. I piccoli hanno tante esigenze, ad iniziare dalla necessità di avere sempre qualcuno al loro fianco. Quando i genitori non sono disponibili sempre più spesso si va a ricercare in rete alla voce Babysitter Milano.

La figura della baby sitter a Milano è molto importante e deve essere altamente qualificata. Nella maggior parte delle famiglie lavorano entrambi i genitori e spesso gli orari di lavoro sono differenti. Serve quindi una baby sitter flessibile e preparata. Navigando sul web in evidenza si trova il portale babysitterprivatamilano.it. Chi cerca una baby-sitter trova così una figura altamente professionale e preparata. “Mi chiamo Sara e nella vita mi occupo di accompagnare mamme e papà nel percorso di crescita dei propri figli, occupandomi dei piccoli quando loro non possono” si legge sul sito. Ne abbiamo parlato proprio con Sara. Lei ritiene che “essere baby-sitter significhi non solo far stare tranquilli i genitori, ma creare un rapporto empatico ed umano con i bambini stessi che – giorno dopo giorno – imparano a divertirsi e fidarsi di me. Prediligo svolgere attività che sviluppano la manualità e l’intuitività dei bambini piuttosto che guardare la televisione o i video youtube”.

Babysitter Milano: attività all’aperto per i bambini

Sara sottolinea come ci siano delle caratteristiche imprescindibili del suo lavoro: serietà, affidabilità e dolcezza. “Punto a creare una familiarità e una buona confidenza. Questo è il primo passo per una collaborazione duratura. Nel corso della mia esperienza come babysitter a Milano, sono diventata un punto di riferimento per le famiglie con cui ho collaborato. Considero il gioco il momento più importante da condividere con una figura come la mia e per questo preferisco trascorrere le ore con attività interattive”.

Coinvolgere i bambini è molto importante, molto utile è fare giocare all’aria aperta i più piccoli. “Parchi, giardini, boschetti, anche una semplice strada che costeggi i campi possono diventare luoghi dove i bambini sono liberi di muoversi dopo molte ore passate a scuola e all’asilo” sottolinea la professionista. “È importantissimo, infatti, assicurarsi che il loro corpo sviluppi una crescita armonica grazie al movimento, all’attività fisica e al contatto diretto con la natura”.

Come babysitter pertanto propone sempre attività semplici prediligendo quelle che si possano svolgere fuori casa. L’obiettivo è anche accorciare il tempo che i piccoli passano davanti agli schermi di televisore e tablet. “Non tutti i quartieri di Milano – evidenzia – dispongono di un’area gioco attrezzata con scivoli, altalene o strutture per arrampicarsi, oppure, se ci sono, a volte tendono ad essere degradati per la mancanza di manutenzione. Allora via libera a giochi che si possono svolgere senza altro materiale che la fantasia e magari la compagnia di altri bambini, anche di età diversa”.

Tra le proposte che sono illustrate nel portale www.babysitterprivatamilano.it ci sono 10 attività che hanno più successo tra quelle all’aria aperta ad iniziare dal nascondino passando dalle bolle di sapone fino ai gessetti. Ma anche una passeggiata nella natura, l’uso della bicicletta con o senza pedali, un ottimo metodo per imparare la coordinazione e l’equilibrio. Amatissimi anche orto e giardinaggio e gli immancabili pallone e giochi d’acqua. Per stimolare la fantasia una Caccia al tesoro e infine i Giochi con una corda. Tutte attività che fanno crescere e divertire i bambini. Così i più piccoli instaurano un rapporto empatico e di fiducia con la propria baby-sitter e i genitori sono sereni nel lasciarli in buone mani.