Face Boarding operativo a Linate: sperimentazione fino a fine anno

Novità all’aeroporto di Linate. Nello scalo è divenuto operativo il Face Boarding di Sea, progetto sperimentale che permette ai passeggeri di effettuare i controlli di sicurezza e l’imbarco mediante un sistema di riconoscimento facciale. Grazie alla nuova tecnologia non è più necessario esibire il documento d’identità e la carta di imbarco durante le procedure di controllo e di imbarco.

Un apparato multimediale rileva le caratteristiche biometriche del volto del passeggero e acquisisce in modo elettronico le informazioni contenute nel passaporto e carte di imbarco. Pertanto al passeggero basta mostrare il proprio viso e arrivare all’imbarco senza file. La tecnologia si può sfruttare grazie alla collaborazione di Enac e Polizia di Stato. Si avvia in questo modo una corsia preferenziale e veloce per i controlli di sicurezza e per i gate d’imbarco rendendo il percorso all’interno dell’aeroporto più fluido ed efficiente.

Il progetto è in fase sperimentale sino al 31 dicembre del 2020. In questo periodo, solo sui voli Alitalia della tratta Milano Linate-Roma Fiumicino, possono accedere i passeggeri che hanno già i requisiti per accedere al fast-track, maggiorenni, muniti di carta d’imbarco e documento elettronico. Ai viaggiatori sarà offerta la possibilità di aderire al controllo biometrico su base volontaria. Non viene memorizzata alcuna immagine. Il sistema rileva in modo temporaneo solo i contorni biometrici del volto i quali sono usati per il riconoscimento del passeggero. Questo sistema permette di utilizzare passaggi dedicati, semplificando tutto il processo di partenza in aeroporto.