Milan-Genoa 1-2: Pandev e Cassata annullano la squadra di Pioli

Milan-Genoa 1-2. La squadra di Pioli crolla sotto i colpi di Pandev e Cassata in un San Siro deserto. I rossoneri perdono 2-1 contro il Genoa. Nel finale Ibrahimovic alleggerisce la sconfitta. Il Milan si allontana dalla zona europea mentre è alle prese con i problemi dirigenziali dopo il licenziamento in settimana di Boban.

Il Milan appare distratto. L’errore di Theo Hernandez e la fragilità di Bennacer in marcatura portano già al 7’ all’1-0 di Pandev che deposita facile in rete l’assist di Sanabria. Ibrahimovic agisce più da regista che da centravanti e spesso si pesta i piedi con l’ex Empoli, le occasioni sono poche e piuttosto fragili salvo quella di Calhanoglu che impegna Perin. Sul finale di primo tempo raddoppio degli ospiti. Biraschi mette in mezzo, Schone di tacco e Cassata batte Begovic. I rossoneri si giocano il tutto per tutto con gli ingressi di Leao e Bonaventura, passando al 4-2-4 per l’assalto finale. Ibra si prende la squadra sulle spalle e a un quarto d’ora dal termine raccoglie un pallone vagante accorciando le distanze. Poi non c’è più tempo.

Va meglio alla Sampdoria, che ottiene tre punti d’oro in rimonta con la doppietta di un Quagliarella tornato in versione bomber. Verona ko 2-1. Il Verona va a un passo dal gol al 12’ con il colpo di testa di Di Carmine. Audero, seppur da due passi, non si lascia sorprendere. Il portiere blucerchiato si ripete con un miracolo su Amrabat, non può nulla invece poco dopo la mezz’ora quando Zaccagni capitalizza il cross a rientrare di Lazovic. Il gol del pareggio è di Quagliarella in un dai e vai con Depaoli, il clamoroso ribaltone ancora con il capitano che su rigore all’86’ realizza il 2-1 dopo il giallo a Dawidowicz col Var.