Covid-19 il punto in Lombardia: 53.414 persone contagiate, 9722 morti

Una strage di proporzioni inaudite. La Lombardia paga un tributo altissimo. Dall’inizio dell’epidemia di covid-19, 53.414 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2. Ben 1.089 in più rispetto a ieri, quando i casi positivi segnalati erano 52.325 e l’aumento sul giorno precedente era stato di 791. I dati sono stati illustrati dalla Regione. Di queste, sono decedute 9.722 persone (+238 rispetto a ieri, il giorno prima erano +282). I ricoveri in ospedale sono 11.719 rispetto agli 11.833 di ieri (-114 ), quelli in terapia intensiva 1.257 (-48 rispetto a ieri).

La Provincia più colpita è quella di Milano. I casi sono passati a 12.039 (+252, la crescita ieri era stata +249). Seguono Bergamo (9.931), Brescia (9.909), Cremona (4.422), Monza (3.264). Milano città registra 4.824 casi (+80, ieri l’aumento era +99).

Ecco i casi divisi per Provincia
Bergamo: 9.931 (+63)
Brescia: 9.909
Como: 1.542
Cremona: 4.422
Lecco: 1.755
Lodi: 2.347
Monza e Brianza: 3.264
Milano: 12.039
Mantova:
Pavia:
Sondrio:
Varese: 1.348
Altro/in fase di verifica

L’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera ha sottolineato che c’è “un’abissale differenza tra i dati del contagio in Lombardia e quelli del Veneto e dell’Emilia. In queste settimane ho sentito spesso paragoni con queste due altre regioni, io mi sono sempre affannato a ricordare che in Lombardia è scoppiata una bomba atomica, ha girato indisturbato per almeno 20 giorni prima di essere individuato, nelle altre regioni tutto questo non è avvenuto”. L’Emilia “è stata lambita dal focolaio che avevamo qui, quindi la provincia di Piacenza attigua a Codogno, mentre nel Veneto per loro fortuna a Vo’ Euganeo c’è stato il primo e unico focolaio sviluppato in maniera molto ristretta”. Gallera ha quindi ricordato che la Lombardia ha “vissuto per 20 giorni un’onda d’urto tremenda che ha risparmiato le altre regioni e chi fa qualunque tipo di paragone non lo fa con onestà intellettuale”.

Nella provincia di Milano si sono superati i 12 mila positivi al covid-19. Il totale di oggi è di 12.039 con un incremento di 252 (ieri erano stati +249). La sola città capoluogo ha segnato una consistente diminuzione dei contagi, con +80 rispetto a ieri, e raggiungendo il totale di 4824 (l’incremento era andato ieri per la prima volta sotto quota 100, con +99). “Milano ha una popolazione di 1,3 milioni di abitanti, ma i numeri paragonati alla densità sono bassi. Siamo sicuramente in una fase discendente”, ha commentato Gallera.