Un orto didattico nella villetta di via Molise a Rozzano

Un sogno che si realizza dopo 12 anni dalla confisca definitiva. La villetta in via Molise 5 a Rozzano, appartenente a un narcos della ‘ndrangheta, riprende vita. I membri del comitato di quartiere Molise 5 si sono messi al lavoro per realizzare nel giardino della villa un orto didattico che richiamerà gli studenti del quartiere. Questo l’obiettivo di “Un bene da coltivare”. L’avvio della riqualificazione della villa, confiscata nel 2008 e ora di proprietà del Comune di Rozzano, è stato possibile grazie al crowdfunding lanciato dall’Università Bicocca e all’appoggio di Fondazione di Comunità Milano. Il gruppo che sta realizzando “Un bene da coltivare” è guidato da Mara Heidempergher, studentessa del corso intensivo per educatori socio-pedagogici dell’Università Bicocca, e composto dagli altri membri del Comitato Molise 5. “In Italia il tema dei beni confiscati è complesso, colpa della burocrazia. Eppure abbiamo tanti cittadini e tante associazioni che sono disposte a prendersi cura di questi beni”