Artigianato: la professione del fabbro in chiave moderna

Quando si parla del mestiere del fabbro ci si immagina un uomo barbuto che batte il ferro su un’incudine. In realtà il mestiere del fabbro è molto diverso da quello che ci si può immaginare. Oggi per diventare fabbro occorre fare molta pratica, acquisendo esperienza, ed avere un diploma di formazione professionale rilasciato da un’ente riconosciuto. Ma cosa fa il fabbro? E’ una figura richiesta specialmente a Milano e Provincia? Vedremo adesso di cosa si occupa questa figura professionale e come essa è importante in tante situazioni di emergenza. Infatti non tutti sanno che quando si rimane fuori di casa e non c’è un’emergenza reale, non è possibile chiamare i vigili del fuoco, o meglio, è possibile ma si dovrà pagare un conto salato e inoltre loro non sono autorizzati a riparare la serratura che dovrà essere cambiata a vostre spese. Chiamare un fabbro Milano è quindi conveniente in queste situazioni, perché il professionista aprirà la serratura e la rimonterà, in modo tale da ripristinare le funzionalità.

Cosa fa un fabbro

Il mestiere del fabbro copre diverse mansioni: questa figura di artigiano si occupa principalmente di infissi e serramenti, quindi di porte e finestre. La sua professione spazia poi tra gli avvolgibili di qualunque genere, come le tapparelle, serrande e basculanti, e a anche nell’installazione di sistemi di sicurezza, come porte blindate e, a volte, anche impianti di allarme. Si occupa anche di automazione di avvolgibili con impianti elettrici, utili ad esempio per chi ha in casa degli anziani che in autonomia alzano e abbassano le tapparelle. Questi artigiani possono essere anche specializzati nella domotica, ovvero nell’applicazione della tecnologia per controllare con input digitali i serramenti in casa. La domotica negli ultimi anni sta facendo passi da gigante, tanto che è molto frequente trovare nelle case moderne degli impianti automatizzati che si attivano anche con i comandi vocali. Oltre la domotica, applicabile sia per il controllo di serrande e cancelli, il fabbro può occuparsi anche delle più moderne serrature elettriche temporizzatore, ovvero di quei sistemi di sicurezza che funzionano con input elettrici, governabili da un telecomando o da una chiave speciale. Insomma, più un fabbro è al passo con i tempi, più cose potrà fare, e per questo è importante che questa figura, specialmente in una città come Milano sempre all’avanguardia, sia ben formata e aggiornata.

Non solo dunque incudine e martello…

La figura del fabbro quindi si occupa principalmente di serrature, infissi, serramenti e lavorazioni con il ferro, ma a seconda del suo percorso formativo è in grado di occuparsi anche di impianti elettrici e domotica. Se avete intenzione di intraprendere la carriera del fabbro a Milano o in un’altra zona d’Italia, sappiate che occorre seguire un piano formativo, con dei corsi mirati, e fare tanta pratica. Se vi state chiedendo anche se è una professione redditizia e quanto guadagna un fabbro, sappiate che è uno tra gli artigiani più richiesti attualmente sul mercato.