Tirano. Matteo Mutti, il fuoriclasse del mondo del poker, scomparso a causa del coronavirus

Tirano ha il cuore spezzato, il mondo del poker è in lutto. Matteo Mutti, il campione italiano di 29 anni, è stato sconfitto dal coronavirus. Matteo era già un talento internazionale e aveva conquistato numerosi trofei, tra i quali due anelli WSOP Circuit, un titolo IPT ed EPT e una quarantina di cash per l’ammontare totale di circa 300 mila dollari. Mutti avrebbe compiuto 30 anni tra poco più di un mese.

A Matteo nel 2019 gli era infatti stata diagnosticata una leucemia, per fortuna presa in tempo, ma ha dovuto abbandonare temporaneamente la carriera sportiva e dedicarsi alle cure. Sembrava che andasse tutto bene, ma la malattia gli ha fatto diminuito le sue difese immunitarie e pertanto si è ammalato recentemente di covid-19. A Tirano, in provincia di Sondrio, la sua città natale, sono stati svolti i funerali nella chiesa parrocchiale di San Martino, con i familiari più stretti visibilmente provati.