Milano candidata a sede del Tribunale dei brevetti Ue

È Milano è la città italiana candidata per ospitare la sede del Tribunale europeo dei brevetti. A Torino andrà il Centro nazionale dell’intelligenza artificiale. Milano se la giocherà con Parigi (che già ospita la sede centrale del Tub), Monaco (che ospita una sezione) e la Spagna.

A fare propendere per la candidatura sono stati i numeri che certificano il primato del territorio lombardo e milanese per quanto riguarda ricerca innovazione, premesse indispensabili di qualsiasi richiesta di brevetto. Nel decennio 2008-2018 Milano ha depositato 6.543 domande di brevetto europeo, vale a dire il 17,2% del totale nazionale.

Milano nel 2018 è la prima provincia nel Paese per domande di brevetto, seguita, ma ben distanziata, da Torino (303), Bologna (300), Vicenza (194) e Roma (180). I dati dell’Ufficio Europeo dei Brevetti relativi al 2019 e riferiti al livello nazionale registrano 4.456 domande, di cui 940 (pari al 21% arrivano da Milano) e 1.493 dalla Lombardia (il 34%).