Museo Civico del Marmo di Carrara: un luogo unico da visitare

Per i milanesi che amano scoprire le bellezze italiane e fare brevi viaggi, una visita interessante è il Museo Civico del Marmo di Carrara. Esso è sorto nel 1982 su iniziativa del Comune di Carrara. La struttura è sede autentica della memoria storica della città, di cui raccoglie e documenta la cultura del marmo, con lo scopo di conservarla e valorizzarla.

Il Museo Civico del Marmo racchiude e conserva opere di rara bellezza. Ci sono infatti reperti archeologici rinvenuti in cava, strumenti per l’estrazione e lavorazione dall’epoca romana ad oggi. Inoltre è stato dotato di un nuovo spazio multimediale dedicato alla cultura del marmo dall’antichità ai giorni nostri.

Nel corso degli anni, tale struttura ha favorito l’organizzazione di esposizioni, e convegni. Ha così contribuito a creare un inscindibile legame tra cultura materiale, memoria storica e testimonianze culturali. Il Museo è articolato in sette sezioni interne e un’area esterna che, attraverso un interessante approccio interdisciplinare, offrono al visitatore un’immagine complessa ed affascinante del patrimonio locale:

“Archeologia romana e storia del territorio” con preziosi reperti storici rinvenuti in cava;

“Marmoteca” d’Italia con i suoi trecentodieci campioni di marmi;

“Archeologia industriale” con macchinari e strumenti per l’estrazione e lavorazione del marmo dall’epoca romana ad oggi;

“Applicazioni tecniche” con esempi di art design;

“Calchi” in gesso e le riproduzioni di icone marmoree per il restauro sostituivo;

“Spazio Multimediale”, ideato e curato con lo scopo di dare voce e parola alla millenaria cultura del marmo.