Tre nuovi moduli antincendio boschivo per il territorio della Lombardia

Sono tre i nuovissimi Moduli Antincendio boschivo (Aib) in dotazione alla Colonna mobile regionale della Protezione civile lombarda, dislocati rispettivamente a Varese, Milano e Pavia e pronti all’utilizzo in tutto il territorio regionale. L’annuncio è dell’assessore di Regione Lombardia al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni.

“Si tratta – spiega – di tre prototipi costruiti appositamente per la Lombardia su indicazioni specifiche fornite da Regione e dai volontari di Protezione civile che operano nell’antincendio. Stiamo parlando di tre pezzi unici nel panorama delle organizzazioni di Protezione civile e dei quali siamo molto orgogliosi”.

I Moduli Antincendio sono costituiti da una cisterna da 4.000 litri, a forma di parallelepipedo a baricentro basso. Vi è poi un sistema di pompa idraulica che garantisce una fornitura d’acqua superiore a 200 litri al minuto a una pressione di 60 bar. Il valore complessivo dei tre mezzi è di 90.000 euro, stanziati dal Dipartimento Nazionale della Protezione civile in base a un decreto del 2017. Il documento prevedeva, tra l’altro, fondi per rafforzare il sistema nazionale e regionale dell’emergenza. Il progetto di Regione Lombardia si è quindi inserito in questo piano di potenziamento e miglioramento delle dotazioni del sistema di protezione civile, ricevendo il via libera e l’approvazione del Capo Dipartimento, Angelo Borrelli.

“Questi Moduli Antincendio – aggiunge Foroni – contribuiranno a supportare in caso di richiesta i Vigili del Fuoco nella bonifica degli incendi boschivi. Il personale sarà appositamente addestrato, sia a livello locale che a livello provinciale tramite il Coordinamento del volontariato di Protezione civile. Un altro importante compito è la possibilità di usare il Modulo sugli interventi idrogeologici per la rimozione di fango depositato su pareti e pavimenti in seguito alle esondazioni”.