Un Milan spento ringrazia Ibrahimovic

Il Milan di Pioli è sembrato spento. Grazie alla caparbietà di Zlatan la squadra ha evitato la seconda sconfitta settimanale, dopo quella in coppa con il Lille. Il pareggio è arrivato solo nel finale ma basta per non aprire una mini crisi. Risolve sempre lui, Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese segna di rabbia il gol che al 93′ fissa il risultato della sfida di San Siro sul 2-2. Sempre Ibra, qualche minuto prima aveva calciato in curva un rigore. Ma ha reagito da campione.

Non è stato tutto demerito del Milan. In campo si è visto un grande Verona. I veneti nel primo tempo hanno messo in difficoltà il Diavolo, andando in vantaggio di due reti (Barak e autogol di Calabria). Un’autorete di Magnani, propiziata da Kessie, ha dato la possibilità ai rossoneri di rimanere in partita. Nella ripresa ha fatto tutto Ibra. Rigore sbagliato (il terzo stagionale) e gol del pareggio.

Il Milan conserva il primato in classifica con 17 punti, seguito dal sorprendente Sassuolo a 15 e dalla coppia Napoli e Roma (14) che guadagna 2 punti sulla vetta.