Brescia. Omicidio di Viktoriia Vovkotrub: fermato l’ex Kadrus Berisa

Viktoriia Vovktorub sarebbe stata l’ennesima vittima di femminicidio in Italia. I Carabinieri e la Procura non hanno dubbi. L’ex compagno Kadrus Berisa l’ha uccisa, ha fatto sparire il suo corpo e ha poi cercato di disfarsi di ogni traccia, compresi alcuni abiti sporchi di sangue.

Kadrus Berisa però non ha fatto in tempo e i militari lo hanno intercettato e bloccato mentre buttava dei sacchi in un cassone all’isola ecologica di via Metastasio. Si spiegherebbe così l’improvvisa scomparsa di Viktoriia Vovkotrub, ucraina di 42 anni, che lavorava a Brescia come badante e anche come barista.

Il suo cadavere non è ancora stato trovato ma gli inquirenti sono certi che sia stata uccisa. Per il suo omicidio è in stato di fermo il suo ex compagno, il serbo Kadrus Berisa (60 anni). I due avevano avuto una relazione e abitato insieme al Quartiere Primo Maggio, ma non è chiaro quale tipo di rapporto ci fosse oggi.