L’ombra del biscotto europeo agita i pensieri degli interisti

Che emozioni, un’altalena, una giostra da pazza Inter. Dal baratro alla speranza. A risollevare le sorti dell’Inter ci pensa Romelu Lukaku. Il gigante nel secondo tempo travolge il Borussia Moenchengladbach con un’altra doppietta, come all’andata (11 gol stagionali, 4 in Europa) e mantiene in corsa l’Inter in una notte pazzesca in cui succede di tutto.

È vero! La qualificazione agli ottavi di finale della Champions è lontana ma il girone è complicato. Neanche il posto nei sedicesimi di Europa League è certo. Ora cosa succede? Gli uomini di mister Conte dovranno vincere mercoledì a San Siro contro lo Skakhtar. Ma non basta. Dovranno sperare che il Real Madrid, sconfitto clamorosamente dagli ucraini, non pareggi a Valdebebas contro i tedeschi.

C’è l’ombra del biscotto ad agitare i pensieri degli interisti. Ma la squadra c’è. Espugnare il Borussia Park non era facile. L’Inter va oltre e ci mette l’anima. Meglio di Lukaku fa Alassane Pléa, centravanti del Moenchengadbach, che di gol ne segna 3. L’ultimo, quello del 3-3, a 6 minuti dal termine, viene cancellato dalla Var per il fuorigioco millimetrico di Embolo.