Il gelato italiano buono come una volta e forse di più: come riconoscerlo

Partiamo da un dato di fatto: gli italiani amano mangiare bene e sono famosi in tutto il mondo per la loro cultura gastronomica. Ma quello che all’estero ci invidiano non riguarda soltanto i primi e i secondi piatti, ma anche e forse soprattutto i dessert. I dolci ai quali siamo abituati, da italiani, più spesso prediligono i sapori puri, combinati magistralmente, con elementi facili da reperire che non vadano a coprirsi vicendevolmente, ma che, al contrario, si fondano. Un gusto che spesso sorprende positivamente i turisti o chi dall’estero si trasferisce in Italia è quello del gelato. Sapori puri che creano meraviglia e restano impressi nella bocca (e nella mente) di chi li assaggia, sin dalla prima volta. È questa l’idea che le gelaterie Grom, sin dalla prima produzione, infondono nel loro gelato. In generale, sono la tradizione italiana e bontà a colpire i palati, facendoci assaporare la semplicità del dolce più conosciuto di tutti, il gelato,e rendendolo famoso nel mondo. Buonissimo sia gustato da solo sia accompagnato da un’ottima cialda, vediamo insieme come riconoscere un gelato di qualità!

Cosa si apprezza del gelato italiano?

Il gelato italiano è da sempre sinonimo di qualità, bontà e varietà. Questo perché etichetta corta e semplicità di produzione non indicano un prodotto banale o uguale in ogni sua forma. Un gelato qualitativamente apprezzabile risponde a dei canoni precisi sia da un punto di vista estetico che organolettico. Innanzitutto, il primo aspetto riguarda la consistenza. Un buon gelato non deve essere né troppo morbido né troppo compatto: in entrambi i casi l’esperienza gustativa non sarebbe il massimo. La consistenza, per essere ottimale, deve dare un effetto di omogeneità e uniformità, sia alla vista sia durante lo scioglimento in bocca. I gusti, inoltre, devono essere freschi e di origine naturale. Da evitare i gelati che sembrano finti, artificiali, dai colori non naturali e troppo calcati. I gusti innovativi sono generalmente apprezzati dagli estimatori del buon gelato, ma devono essere bilanciati, ben assemblati e non sembrare accostati a caso: potrebbero ottenere l’effetto contrario e rendere il gelato meno gradevole. Last butnotleast, la scelta dei prodotti utilizzati. Non bisogna dimenticare che il gusto e la consistenza ottimali sono dati dall’utilizzo di prodotti di prima qualità: ogni buon gelato che si rispetti richiede la scelta di prodotti sicuri, di qualità, scelti in maniera oculata e trattati in maniera impeccabile, in modo che il prodotto presenti tutte le componenti necessarie. Scegliere un gelataio di fiducia non è così semplice come potrebbe sembrare, ma possiamo allenarci a prediligere sempre il meglio per le nostre pause golose!