Ecco la reazione del Milan: una squadra capolista

Dopo il ko con la Juve, è arrivata la reazione da capolista. Il Milan si è imposto contro una brutta versione del Torino. Il Toro ha disputato una delle peggiori partite della stagione. Uno-due di Leao e Kessié (su rigore) e il Torino in 9 minuti capitola. La capolista prende 3 punti e volta pagina dopo la brutta Befana bianconera. Male per i granata, di nuovo penultimi in classifica e dovranno affrontare la sfida di sabato in casa contro lo Spezia come uno spareggio-salvezza.

Nel momento in cui i granata sembrano capaci di alzare la testa, il Milan colpisce. Corre il 25’ quando Hernandez parte in percussione centrale, scambio con Diaz e palla filtrante per Leao che, a tu per tu con Sirigu, segna il comodo 1-0. Poi, alla mezz’ora, Belotti ferma in area Diaz. In un primo momento l’arbitro Maresca lascia correre poi però viene richiamato al Var e assegna il rigore che Kessie trasforma per il 2-0. La reazione del Torino è poco convinta e si limita alla splendida punizione dell’ex Rodriguez che, a due minuti dall’intervallo, coglie la traversa.

In avvio di ripresa, l’arbitro Maresca concede il rigore ai granata per un presunto fallo di Tonali su Verdi; interviene però ancora il Var per invertire la decisione. Poi Giampaolo prova anche a cambiare modulo inserendo Zaza (per Izzo) ma, non basta cambiare l’assetto della difesa e passare dal 3-5-2 al 4-3-1-2 per alzare il rendimento di un Torino che continua ad essere malato e in fondo alla classifica. Il Milan non rischia nulla. Pioli concede uno spezzone di ripresa a Calhanoglu e soprattutto, per una manciata di minuti, si rivede in campo Ibrahimovic.