Usmate Velate. Fondo di solidarietà: terza fase della raccolta fondi

I Fondi raccolti avranno l’obiettivo di sostenere coloro che versano in estrema difficoltà a causa degli effetti socio-economici del Coronavirus, un modo “per esprimere sostegno e offrire un pronto aiuto a coloro che, a causa della epidemia in atto, non hanno una sufficiente forma di sostentamento avendo subito la perdita o riduzione del lavoro”.

L’Amministrazione Comunale di Usmate Velate ha ufficialmente dato il via alla terza fase del Fondo di solidarietà, esperienza che dal 2010 ha permesso di portare aiuto a numerosi nuclei famigliari del territorio. Come nelle esperienze passate, il Comune lavorerà “in rete” con le realtà socio-assistenziali del territorio, ed in modo particolare con le dueParrocchie, i due gruppi Caritas, con il Centro di Ascolto della Comunità Pastoralecomunitario (parrocchie di Usmate Velate, Carnate e Ronco Briantino), e con le realtà associative eprivate del territorio.

La crisi mostra i suoi effetti drammatici sul tessuto sociale e per queste ragioni l’Amministrazione Comunale, le Parrocchie e la Caritas di Usmate Velate concordano sul riproporre l’esperienza del Fondo di Solidarietà. I beneficiari del “Fondo Solidarietà-fase tre” sono cittadinimaggiorenni residenti presso il Comune di Usmate Velate chesiano disoccupati o che abbiano subito una forte riduzionedell’attività lavorativa da non più di un anno.

L’aiuto economico si concentrerà sul sostegno alle spese relativeall’abitazione (affitto, mutuo o spese condominiali) alle spesecorrenti quali utenze, spese sanitarie, scolastiche o per trasporti,e, in una fase successiva, sul finanziamento di tirocini lavorativi epercorsi occupazionali.

Potranno accedere tutti i soggetti, sia quelli che non hanno mairichiesto aiuti sia quelli che hanno già usufruito del sostegno delFondo di Solidarietà in passato.E’ possibile, nella fase tre, chiedere un secondo intervento diaiuto, ma deve necessariamente essere richiesto dopo almenosei mesi dal precedente.

Prosegue l’impegno dell’Amministrazione Comunale al fianco delle parrocchie del territorio, con l’obiettivo di dare riscontro ad urgenze sempre più attuali e numerose presenti anche nel nostro Comune – afferma Greta Redaelli, Assessore con delega alla PersonaCon questo Fondo vogliamo continuare ad agire in un’ottica preventiva, individuando e supportando i nuclei in difficoltà, in modo tale da mitigare le difficoltà attuali”. Ciascun cittadino potrà contribuire con un versamento con Beneficiario: PARROCCHIA S. MARIA ASSUNTA INVELATE MILANESE – Causale: FONDO SOLIDARIETA’ – IBAN : IT 17 Y 05216 33950 000000001036.