I 5 migliori libri da avere sul tuo lettore portatile

Il mondo della lettura è stato notevolmente rivoluzionato dall’avvento degli e-book.
Il termine ebook non è altro che una contrazione di electronic book, ovvero “libro elettronico” e sta ad indicare la versione elettronica di un libro a stampa.

Quando si parla di ebook reader, invece, si fa riferimento ad un dispositivo oppure un software che consente la lettura di ebook. Se tutto ciò al momento della sua comparsa sul mercato è stato visto come il male assoluto e la fine del piacere della lettura, adesso invece la lettura di ebook sta venendo rivalutata anche perché questa comporta anche numerosi vantaggi.
Innanzitutto un ebook presenta un vantaggio dal punto di vista economico in quanto i libri “scaricabili” presentano un costo inferiore rispetto ai libri cartacei: risparmio che permetterà nel tempo di ripagare l’ebook reader che comunque non ha un costo elevato. Senza contare, poi, che spesso si trovano anche dei libri totalmente gratuiti.
Un altro vantaggio, inoltre, è dato dallo spazio. Con l’utilizzo di un lettore ebook si ha la possibilità di avere sempre a portata di mano una vasta quantità di libri sempre disponibili: una biblioteca a portata di tasca che, ovviamente, renderà la nostra borsa anche molto più leggera.
Infine, l’ebook reader comporta anche un notevole beneficio per il nostro pianeta dal momento che risulta senza dubbio molto meno inquinante di un libro cartaceo ed evita lo spreco di carta.

Fatte queste importanti premesse, quindi, non resta che scoprire quali sono i libri che non possono assolutamente mancare all’interno del proprio lettore portatile.

Guerra e pace, di Lev Nikolaevic Tolstoj 

Si tratta senza dubbio di un libro da avere all’interno del proprio ebook reader dal momento che stiamo parlando di uno dei romanzi storici più importanti dell’intera letteratura. Il romanzo fa un’attenta descrizione della nobiltà russa dell’epoca Napoleonica oltre che un’accurata descrizione del periodo storico nel quale la vicenda si svolge e delle emozioni che invadono i suoi personaggi.
Lo stesso autore ha definito questo romanzo come un poema epico nel quale vengono manifestate tutte le sfaccettature dell’animo umano.

Il Processo, di Franz Kafka 

Si tratta di un vero e proprio capolavoro dello scrittore boemo nel quale si racconta la vicenda del signor K., un impiegato bancario che viene arrestato senza essere informato del motivo dell’accusa.
K. è convinto che tutta la vicenda sia un enorme malinteso che, però, non viene chiarito. Egli cerca di capire in maniera logica e razionale cosa sia successo ma non riesce perché tutto sembra offuscato.
Tutto ciò è emblematico di come la lucidità ed il pragmatismo del protagonista non siano in grado di prevalere sull’ineluttabilità di una giustizia che risulta essere incomprensibile.

Il barone rampante, di Italo Calvino 

Passiamo ad un racconto italiano, ambientato in Italia, in Liguria per la precisione, nella seconda metà del XVIII secolo.
Il protagonista della vicenda è il giovane Cosimo il quale scappa ai suoi educatori e si nasconde in cima a un albero. Da qui, il protagonista deciderà di non scendere mai più, passando la sua vita tra i rami all’interno dei quali costruisce un nuovo mondo in grado di destare ammirazione e meraviglia in chiunque scopra la sua storia.

Moby Dick, di Herman Melville 

Si tratta del racconto di mare più famoso della letteratura americana e della letteratura in generale. Il romanzo parla dell’inseguimento del Capitano Achab alla balena Moby Dick. Tutto il romanzo è raccontato con descrizioni memorabili capaci di incollarsi per sempre nella memoria del lettore.

Cent’anni di solitudine, di Gabriel García Márquez 

Si tratta di un romanzo che è diventata una vera e propria pietra miliare del Novecento. Il racconto descrive la famiglia Buendía seguendola per ben sette generazioni nelle quali le vite dei famigliari vengono raccontate in maniera minuziosa andando a sottolineare un mondo di solitudine narrato in maniera straordinaria dall’autore.