Google apre un negozio fisico a New York…e in futuro anche a Milano?

Paradossi dell’economia. Da realtà intangibile ad impresa fisica. Capita anche a Google di entrare nel settore retail. Il colosso del web apre il suo primo negozio fisico a New York, nel quartiere Chelsea di Manhattan. Inaugurazione in estate. Previsto uno spazio “in cui i clienti potranno sperimentare i nostri hardware e i nostri servizi” spiega il Gruppo di Mountain View in una nota.

Google realizza diversi prodotti come i dispositivi per la casa Nest, gli smartphone Pixel, gli smartwatch Fitbit e molto altro ancora in ambito tecnologia. Nel negozio ci saranno assistenza, installazioni e riparazioni. Nonché seminari dedicati alla tecnologia a cadenza periodica.

Jason Rosenthal, vice presidente Direct Channels & Membership di Google, sottolinea come i clienti vogliono ancora provare un dispositivo prima di acquistarlo. Vogliono vederlo, toccarlo con mano, ascoltarne l’audio. Google punterebbe a rafforzare la sua presenza nel mondo hardware.

Il nuovo store farà parte del campus urbano di Google a Chelsea, che ospita gran parte degli oltre 11.000 dipendenti dell’azienda a New York. “Google è a New York da 20 anni e consideriamo il negozio come una naturale estensione del nostro impegno per la città” scrive Rosenthal. Se ci saranno altri punti vendita, negli Stati Uniti o altrove, dipenderà dai risultati di questa prima esperienza. Se la strategia funzionerà indubbiamente Milano è tra le candidate in futuro ad ospitare un negozio fisico di Google. Sarebbe un importante ed ulteriore premio per la città!