Via Ponte Seveso: Fernanda Cocchi trovata morta, sarebbe stata strangolata

Giallo nei pressi della Stazione Centrale. Fernanda Cocchi, pensionata novantenne, è stata trovata morta nella sua abitazione in via Ponte Seveso. La prima ipotesi è che sia stata uccisa, strangolata. Lo ha reso noto il 118, intervenuto con i vigili del fuoco visto che nell’appartamento si era sviluppato un incendio.

Sono stati i vigili del fuoco a capire che l’incendio non c’entrava con la morte, e che forse è stato un tentativo successivo di cancellare le tracce. La novantenne, non vedente, si trovava in soggiorno, mentre le fiamme si sono sviluppate in cucina e non l’hanno toccata. Sul posto sono andate ambulanze, automedica e la polizia.

Un colpo di ferro da stiro alla testa, unico colpo mortale. È stata uccisa così Fernanda Cocchi, 90 anni, nel suo appartamento in via Ponte Seveso 26, vicino alla Stazione Centrale di Milano. La profonda ferita alla nuca porta gli investigatori della Squadra mobile a pensare che l’anziana sia rimasta vittima di un tentativo di furto, una rapina finita nel sangue. Il ferro da stiro è stato trovato in casa e sequestrato.

La porta dell’appartamento è stata trovata chiusa ma con la serratura aperta e le chiavi inserite nella toppa. Fernanda potrebbe aver aperto la porta all’assassino. Tra le tracce che portano gli investigatori a ipotizzare l’assalto per rapina ci sono alcuni foglietti di carta. Secondo un testimone sarebbero stati appiccicati dai ladri sugli spioncini (non solo su quello della Cocchi, ma anche su quello di un vicino di casa) per coprire la visuale e costringere così gli abitanti ad aprire la porta ai visitatori sconosciuti.