Dopo tre ko, arriva solo un punto in Champions: serve un miracolo per la qualificazione

Il pari non condanna aritmeticamente le aspirazioni del Milan di Pioli di rientrare nel giro delle qualificazioni agli ottavi ma spegne le illusioni. A disposizione ci sono la trasferta a Madrid con l’Atletico e la sfida in casa con il Liverpool a chiudere ma con un solo punto in classifica le possibilità di passare il turno sono ridottissime.

I sogni di gloria vengono spenti dopo 6 minuti quando Luis Diaz gela le aspirazioni dei rossoneri. L’azione parte da Grujic, scaraventato in campo all’ultimo secondo per sostituire Uribe. Ruba palla a Bennacer e innesca il 7 portoghese.

La squadra di Pioli, distratta dal derby, accusa il colpo. Del resto che Pioli pensasse più al campionato che alla coppa si era compreso dalle scelte iniziali, contemplando l’utilizzo da titolare di Giroud e Romagnoli a scapito di Ibrahimovic e Kjaer. È un Milan dai due volti, bello in campionato, inconcludente in Coppa. In Europa la squadra appare lenta e imprecisa oltreché rassegnata.