Il numero di passeggeri di Milano Centrale aumenta rispetto al 2020 con l’avvicinarsi del Natale

Natale a Milano è decisamente un sogno: il capoluogo meneghino è la città perfetta in cui godersi il clima prenatalizio e i turisti lo sanno: ecco perché, sotto le feste, il traffico verso Milano Centrale, la più grande delle stazioni in città, è decisamente più pesante. Quest’anno, poi, lo è a maggior ragione, dato che la pandemia, pur essendo lungi dall’essere stata debellata, è in fase di regresso a causa della vaccinazione di massa. 
Quindi, ecco che ci si può dedicare con più tranquillità alle gite e alle vacanze per i vari mercatini natalizi: se Milano è la vostra meta, poi, sappiate che il ponte di Sant’Ambrogio potrebbe essere fatto su misura per voi. Qualche dettaglio lo troverete nelle prossime righe, affrettatevi!

MILANO, SANT’AMBROGIO, IL NATALE: UN PERIODO INDIMENTICABILE NEL CAPOLUOGO MENEGHINO
Non nascondiamoci dietro un dito: Milano a dicembre è una delle più belle città d’Italia da visitare.
Andarci in auto potrebbe essere una buona scelta, ma non scordatevi che potrebbe portarvi a impazzire alla ricerca di parcheggio: un parcheggio economico alla stazione Centrale di Milano sarebbe quello che fa per voi, perché da lì parte poi la linea verde della metropolitana in grado di farvi allacciare alla rossa, che è la linea capace di portarvi in centro in men che non si dica. Certo, vi serviranno delle applicazioni per trovare il parcheggio libero più vicino e il suo prezzo, ove fosse a pagamento, ma la Rete farà per voi questo e altro, permettendovi di parcheggiare senza fatica e di visitare la città stando certi che la macchina non sia a rischio di multa.
Dicembre a Milano, quindi: a parte la Galleria di via Vittorio Emanuele, accanto al Duomo, che ogni anno ci regala emozioni da cuore in gola, sappiate che proprio in Duomo c’è uno degli alberi di Natale più belli dell’intera penisola, da immortalare in fotografie mozzafiato con le guglie della cattedrale alle sue spalle.
Non facciamoci scoraggiare dai piccioni e proseguiamo verso il quadrilatero della moda, le cue vetrine, soprattutto a dicembre, risultano essere imperdibili. Certo, forse non ci possiamo permettere chissà quale shopping dei migliori marchi italiani, ma guardare e bearsi di tanta bellezza è gratis e l’atmosfera, tra caldarroste e vin brulè, è tra le migliori che possiamo vivere, in questo mese festivo.

Per una sana sessione di shopping alla portata di tutte le tasche, poi, abbiamo sempre il Corso Buenos Aires, dove l’associazione dei commercianti della via si occupa delle decorazioni luminose, che si estendono a perdita d’occhio da Porta Venezia fino a Piazzale Loreto. Anche qui, atmosfera e vista imperdibili, con le centinaia di negozi tirati a lucido per la festa più calda e colma di gioia dell’anno.
Insomma, Milano val bene una gita a dicembre, con la comodità della nostra auto che può portarci nei migliori ristoranti della città con poco sforzo e con la bellezza delle sue luci, delle sue fiere (celebre quella degli O bei O Bei, proprio a dicembre) e dei suoi venditori di caldarroste, pronti a scaldarci corpo e cuore a ogni angolo di via!