Milan, doccia freddissima: fuori dalle competizioni europee

Poteva essere la notte che cambiava il corso di questa stagione e invece è accaduto quello che non volevamo: il Milan è fuori dall’Europa. La partita di San Siro parla chiaro: la Champions non regala niente, ogni partita va giocata con il sangue agli occhi. Il risultato finale alla fine da ragione agli ospiti, con la partita che finisce 1-2 per il Liverpool. È il Diavolo a passare in vantaggio a inizio gara grazie al gol di Tomori. Bastano però sei minuti per assistere al pareggio del Liverpool con Salah. Nella ripresa Origi firma la condanna del Milan. Nelle previsioni dei bookmakers, insieme a un folto elenco casino online, c’era la speranza che l’impresa rossonera riuscisse, con molti utenti convinti della vittoria rossonera.

Un Milan timoroso contro la macchina di Klopp

Certamente una partita non facile per la squadra di Pioli. Klopp decide di schierare il suo miglior attacco con Origi, Salah e Mané, mentre negli altri reparti assistiamo all’utilizzo di molti rincalzi. Questo però consente comunque alla squadra inglese di giocare il suo calcio, con la maggior presenza fisica. Ne primo tempo i rossoneri sembrano timorosi. Pioli decide di utilizzare un 4-4-2 più compatto con Messias e Krunic larghi e Diaz vicino all’immortale Ibra.Dagli sviluppi di un calcio d’angolo di Messias arriva il gol di Tomori. Dalì in poi poche occasioni per i padroni di casa, troppo paurosi nell’affrontare l’avversario.Bastano sei minuti per vedere il pareggio dei Reds: Kessie si fa sorprendere da Oxalade-Chamberlain, Maignan respinge male il tiro del centrocampista e Salah, ventesimo gol stagionale, settimo in Champions.

Nella ripresa il Milan prova a cambiare la partita, ma ecco che arriva la doccia fredda: Maignan devia male il tiro di Mané e Oirigi ne approfitta per mettere in rete il gol del 1-2 che vuol dire fine dei giochi per il Milan.

Pioli: “Non avremmo dovuto subire due gol così”

Nel post partita c’è molta delusione sul volto di Stefano Pioli. Il suo Milan ha chiuso quarto nel girone di Champions League. “Ci dispiace tanto uscire dall’Europa – dice Pioli a Mediaset – sapevamo delle difficoltà della gara di questa sera. Serviva più ritmo e qualità, peccato non esserci riusciti. Non abbiamo mosso la palla velocemente, i movimenti non sono stati giusti. Il ritmo si dà muovendo il pallone velocemente e stasera non ci siamo riusciti”.

Pioli non ha digerito le due reti incassate stasera con il Liverpool: “Non avremmo dovuto subire due gol così; oltre alle qualità dell’avversario, ci sono errori nostri. Dovevamo fare una prestazione migliore dal punto di vista tecnico e qualitativo contro una squadra che giocava con alcuni ricambi, ma che erano di grande qualità. Dovevamo prenderci più rischi e giocare una partita migliore dal punto di vista del tecnico”. L’allenatore del Milan non cerca alibi nelle tante assenze di stasera: “Le stagioni sono così, capitano questi momenti. Abbiamo fatto bene il primo tempo, poi dopo il secondo gol ci siamo disuniti. Poi per generosità ci abbiamo provato fino alla fine”. Le forze ora andranno nel campionato: “Noi volevamo andare avanti in Europa. Questa delusione dobbiamo trasformarla in grande voglia e desiderio in campionato”.