La tratta Milano-Torino-Lione-Parigi sarà coperta da due coppe di Frecciarossa 1000 al giorno

Trenitalia sbarca sul mercato dell’alta velocità in Francia, dopo l’apertura alla concorrenza imposta dal IV pacchetto ferroviario europeo volto a creare uno spazio ferroviario europeo unico. L’avvio del servizio, lungo la linea Milano Centrale-Torino-Lione-Parigi Gare de Lyon, dovrebbe scattare nel fine settimana prima di Natale: sabato 18 dicembre 2021, al più tardi domenica 19.

Si tratta di un evento storico. È la prima volta che una compagnia ferroviaria estera farà concorrenza al monopolista Sncf sul mercato interno e in Francia c’è grande attesa e curiosità per l’arrivo dei treni italiani. Il treno che sfiderà il Tgv è il convoglio di punta della flotta Fs: il Frecciarossa 1000 costruito da Hitachi e Bombardier Transportation, quest’ultima divenuta parte del gruppo Alstom. Il Frecciarossa 1000 è un treno europeo, progettato per circolare in 7 Paesi diversi. Oltre alla Francia, nel corso del 2022, il Frecciarossa entrerà in servizio anche in Spagna, dove sta già effettuando dei test di prova, andando a sfidare, oltre alla compagnia statale iberica Renfe, ancora i francesi di Sncf.

Trenitalia avvierà il servizio in Francia con due coppie di treni al giorno: partenze da Milano e Parigi la mattina presto e ritorno a metà pomeriggio. I Frecciarossa 1000 assegnati dalle Fs alla Francia saranno 5. Le tariffe saranno commisurate alla qualità del servizio, che Trenitalia France intende garantire su standard elevati. Il sistema di vendita dei biglietti sarà basato su web e app. L’obiettivo di partenza è di riempire i treni almeno per la metà dei posti a sedere, trasportando un migliaio di passeggeri al giorno (il Frecciarossa ha una capienza massima di 480 passeggeri). Poiché Trenitalia France è di fatto una start up, il servizio potrà essere incrementato in base all’andamento della domanda.

L’obiettivo di Trenitalia non è solo quello di sfidare Sncf sul proprio campo, ma di concorrere allo sviluppo del mercato ferroviario in Francia, spingendo verso il treno molte persone che oggi non sfruttano questo mezzo di trasporto. In Francia da marzo 2022 saranno vietati, per legge, tutti i voli interni inferiori alle 2 ore. Una misura voluta dal presidente Macron per promuovere la sostenibilità dei trasporti e che favorisce lo sviluppo del treno sul mercato domestico.

L’arrivo del Frecciarossa a Parigi non sarà però la fine della storia, ma un nuovo inizio. A quanto risulta, Trenitalia sta già ragionando sulle mosse successive. Nei piani ci potrebbero essere due ulteriori obiettivi: la crescita sul mercato interno transalpino, dove sono giudicate interessanti le linee Parigi-Bordeaux e Parigi-Marsiglia, ma anche l’ulteriore espansione in Europa, verso Bruxelles (Belgio) e, in prospettiva, anche Amsterdam (Olanda), per sfruttare appunto i vantaggi tecnologici offerti dal Frecciarossa 1000 e la sua versatilità. Tornando al nuovo collegamento veloce tra Milano e Parigi, una ulteriore differenza tra Trenitalia e Sncf riguarda la linea: tra Milano Centrale e Torino, il Frecciarossa correrà sui binari dell’alta velocità, mentre i treni francesi, una volta entrati in Italia, vengono instradati sulla linea convenzionale e giungono a destinazione a Milano Porta Garibaldi. Il servizio di Trenitalia sarà più rapido di quello francese.