Incidenti sul lavoro: ieri Luigi Rinaldi morto a Novate, oggi un cinquantenne a Besana

Un bollettino di guerra. Due morti sul lavoro a distanza di poche ore. Oggi un cinquantenne di Casatenovo è morto schiacciato dal peso di un escavatore all’interno di un cantiere edile a Besana Brianza, in provincia di Monza. L’allarme è scattato alle 15.30. L’uomo sarebbe stato travolto da un macchinario impiegato per movimentare il terreno , un escavatore, che si è ribaltato schiacciandolo e uccidendolo sul colpo.

Ieri era morto sul lavoro Luigi Rinaldi, 63 anni, residente in provincia di Bergamo. Travolto e schiacciato dalla benna che si era sganciata da un escavatore in un cantiere di Autostrade per l’Italia a Novate Milanese. In via Giuseppe Di Vittorio il sessantenne era nella squadra che lavorava alla riqualificazione della Rho-Monza, il progetto infinito di promozione della strada provinciale 46 in autostrada. Alle spalle dell’hotel Domina e del deposito ferroviario di Trenord, le squadre della «Pavimental», lavoravano allo spostamento e all’allargamento della carreggiata.