Due morti in via Arno a Vanzaghello: le vittime sono Franco Deidda e una cinquantenne

Dramma sabato pomeriggio a Vanzaghello (Milano) dove si registrano due morti. Attorno alle tre dal 118 è partita una segnalazione ai Carabinieri della compagnia di Legnano. I militari sono giunti in via Arno e hanno trovato a terra, nel cortile, il cadavere di una donna italiana di 57 anni residente nella palazzina accanto. A fianco del corpo esanime della donna, una pistola. Sono allora saliti nell’appartamento, dove hanno trovato il cadavere di un uomo di 62 anni, che presentava un colpo d’arma da fuoco alla tempia destra. Ed è all’uomo che era intestata la pistola trovata per terra.

In base alle prime informazioni, l’uomo era divorziato e abitava da solo. Viveva a Vanzaghello dal mese di luglio del 2021. La donna, probabilmente una conoscente, non era invece nota in paese. Il primo allarme è stato dato da una vicina di casa, intenta a fare le pulizie, che ha trovato nel cortile il corpo della donna.

Le vittime sono Franco Deidda, 62 anni, abitante nel paese da poco meno di un anno, e una donna di 57, probabilmente un’amica che però non abitava stabilmente sotto lo stesso tetto. L’allarme è scattato poco prima delle 15 di sabato 11 giugno in via Arno 2, in una corte di recente costruzione, non lontana dal centro. È stata una vicina di casa a sentire nitidamente uno sparo mentre faceva le pulizie domestiche e a trovare il corpo della donna in cortile. Accanto, una pistola. Terrorizzata avrebbe telefonato alle forze dell’ordine.

In base ad una prima ricostruzione la donna avrebbe impugnato la pistola dell’uomo, regolarmente denunciata per le gare di tiro, e avrebbe sparato contro Deidda in camera da letto. Un solo colpo alla testa, a bruciapelo. Per circa trenta minuti la 57enne, che pare indossasse una lunga vestaglia nera, si sarebbe poi aggirata per casa. A un tratto, sempre con la pistola in pugno, si sarebbe portata sul terrazzo dell’abitazione e, sporgendosi in fuori, si sarebbe infine gettata di sotto. Sul posto, subito dopo i vicini di casa, sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Legnano, i colleghi della stazione di Castano Primo e gli specialisti del Nucleo investigativo.

Franco Deidda, genovese, era conosciuto a Vanzaghello, nonostante fosse residente nel piccolo comune dell’Alto Milanese solo dal 15 luglio 2021. Istruttore di tiro, divorziato da qualche anno, viveva solo nell’abitazione di via Arno 2. Nessuno invece pare conoscesse la donna di 57 anni, forse un’amica dell’uomo originario di Recco, e che si trovava solo occasionalmente nell’abitazione.