Presentati i risultati sulla rilevazione di qualità percepita da bambini e famiglie sulle mense scolastiche milanesi

Cibo buono e sano, che possa anche incontrare i gusti dei piccoli ascoltando i loro suggerimenti e i loro desideri. È con l’obiettivo di migliorare il servizio mensa, anche recependo quali sono le percezioni dei bambini e delle bambine e dei loro genitori, che la Direzione Innovazione tecnologica e Digitale, in stretta collaborazione con la Direzione Educazione del Comune di Milano e Milano Ristorazione, ha realizzato la rilevazione sulla qualità percepita del servizio di refezione scolastica. In tutto sono state coinvolte 31 scuole primarie, una sezione per scuola, per un totale di 3.168 questionari somministrati nel mese di novembre 2021 e per i quali hanno risposto 2.901 bambini, superando il 90% di risposte. Parallelamente, tra il mese di dicembre 2021 e gennaio 2022, sono stati inviati 41.726 questionari a genitori di bambini e bambine di scuole dell’infanzia e primaria, con una risposta del circa 30% (12.108).

Ai bambini è stato chiesto di esprimere un parere sulle pietanze, sulla loro quantità e varietà e se sono soddisfatti del servizio e degli spazi in cui viene servito; la compilazione del questionario è stata anche utilizzata dagli insegnati come momento di educazione alimentare. In generale la soddisfazione dei piccoli sul cibo supera il 60,5% sommando le risposte di ‘molto’ e ‘solitamente sì. Si va invece in alcuni casi oltre all’80% di soddisfazione rispetto alla gentilezza e alla disponibilità delle persone che distribuiscono il cibo, alla pulizia di posate e dei luoghi in cui i cibi sono serviti.

Tra le domande dei questionari sottoposti ai genitori, diversi i temi trattati per conoscere quanto mamme e papà conoscano il servizio mensa (in particolare se hanno mai preso parte alla commissione mensa, con 9,4% degli intervistati che sono stati commissari, e se sono al corrente delle attività della Rappresentanza cittadina, con il 32,9% che le conosce), i centri cottura da cui arrivano i pasti serviti nelle scuole dei loro bambini (li conoscono il 30,9% degli intervistati), insieme alla conoscenza dei progetti specifici come quello del ‘Sacchetto Salvamerenda’ e ‘Frutta a metà mattina’ (rispettivamente conosciuti dal 55,2% e il 40,3% degli intervistati). In particolare, l’85% degli intervistati si è detto soddisfatto del progetto ‘Frutta a metà mattina’ e nell’87,6% dei casi auspica che sia mantenuto anche in futuro.  Interessante il confronto della percezione del servizio tra i bambini e le bambine della scuola primaria con quella dei genitori: se i bambini alla domanda ‘In generale ti piace il cibo mangiato a scuola’ rispondono positivamente nel 61% dei casi, i genitori della scuola primaria (campione rispondenti: 7.763) rispondono positivamente nel 49% dei casi.

Altro tema riguarda la comunicazione: tra le domande poste ai genitori, il sondaggio ha voluto chiedere una valutazione sul sito di Milano Ristorazione e sugli altri strumenti attraverso i quali mamme e papà possono informarsi sul cibo servito sulle tavole delle mense. In generale buona la soddisfazione sul sito: oltre il 75% dei genitori è soddisfatto del servizio on line di iscrizione al servizio, e oltre il 90% dichiara di averlo utilizzato almeno una volta o in modo regolare. Meno conosciuta, invece, l’app, sulla quale Milano Ristorazione, dopo aver in questi anni concentrato le proprie forze sul miglioramento del portale web, investirà prossimamente per renderla più utilizzata e rispondente alle richieste dei genitori.