Usura, fenomeno in espansione. Subito un fondo per imprenditori in difficoltà

“Il fenomeno dell’usura ha assunto proporzioni mai raggiunte prima. Il lockdown prima e il costo energetico poi hanno messo in ginocchio migliaia di imprese, e la criminalità organizzata ha iniziato a banchettare. Lo Stato non può girarsi dall’altra parte”. A parlare è Maricetta Tirrito, responsabile dello Sportello antiusura del Comitato collaboratori di Giustizia, in seguito alle intercettazioni delle efferate minacce di clan calabresi trapiantati a Roma nei confronti di imprenditori in difficoltà: “Gli butto tanto di quell’acido in faccia alla moglie che quando la guarda deve dire: per colpa mia”.

“Il metodo mafioso delle intimidazioni non risparmia donne e bambini, come è chiaramente venuto fuori dall’inchiesta Propaggine che ha già portato all’arresto di decine di affiliati. “Il fenomeno dell’usura – prosegue Tirrito – è diventato una delle prime attività della criminalità. A Roma più che mai è un fenomeno è esploso, ed è indispensabile adottare delle contromisure adeguate per permettere a cittadini e imprenditori di non cedere alle logiche dell’affarismo mafioso. Gli arresti sono solo una parte del lavoro da fare, è fondamentale – conclude Tirrito – che lo Stato crei dei fondi per il sostegno di imprenditori in difficoltà, liberandoli così dalla stretta mortale dei cravattari da 41bis”.