L’Inter ha fatto il suo dovere contro il Viktoria Plzen

Era il minimo, il dovere dell’Inter di Inzaghi: vincere in un girone di ferro con Bayern e Barcellona. La vittoria contro il Viktoria Plzen consente di sperare di lottare per un biglietto per gli ottavi. La squadra ha registrato zero gol al passivo e una difesa più solida. Onana è stato riproposto come portiere di Champions. È stato poco impegnato ma si è fatto trovare sempre pronto. Acerbi ha guidato la difesa con sicurezza.

In attesa del rientro dopo la sosta di Lukaku, i critici di Dzeko sono stati “ammutoliti”. Il bosniaco (un gol e un assist) è decisamente incisivo. Aspettando Correa il turn-over ha pagato. Inzaghi cambia per poter risparmiare energie e nel contempo per crescere. Gli resta da inserire nelle rotazioni Asllani e Bellanova, giovani di prospettiva. Pensiero già a domenica all’ora di pranzo contro l’Udinese, un test più per verificare lo stato di salute ritrovato dell’Inter.