Pubblicità e Marketing

Quali sono le strategie più efficaci messe in campo da un Consulente Google Ads?

A Milano operano tantissimi professionisti. Fortunatamente c’è l’imbarazzo della scelta e ciò favorisce chi è alla ricerca di servizi di qualità ed efficaci. L’elevata concorrenza spinge indirettamente non solo ad un vantaggio per i clienti milanesi ma anche per gli stessi professionisti che sono stimolati a migliorarsi costantemente. Si tratta di un circuito positivo. Milano capitale economia d’Italia è il mondo dell’innovazione e qui si trovano i migliori professionisti del web come il consulente google ads Alex Cappello, attivo da 20 anni nel settore. La cosiddetta “anzianità di servizio” e quindi la vasta esperienza maturata nel tempo è un elemento importante per scegliere a chi affidarsi per le proprie strategie di marketing online.

Navigando sul portale alexcappello.it, il sito personale del consulente google ads Alex Cappello, si trovano diversi spunti interessanti sulle possibili strategie da seguire per per rendere redditivo l’investimento in campagne di marketing. Cappello illustra in maniera chiara quali sono gli step da seguire e le sue metodologie di lavoro, sperimentate sul campo, ad iniziare dalla compilazione del BMC, cioè il business model canvas. Si tratta – si legge sul portale – di “un documento con domande mirate a farmi capire meglio chi sei, qual è la tua percezione di posizionamento nel tuo mercato, chi sono i tuoi concorrenti e come si comportano rispetto a te, che obiettivi desideri raggiungere, nel medio e lungo termine”.

Alex Cappello consulente google ads
Alex Cappello consulente google ads

Il questionario conoscitivo consente al consulente google ads di inquadrare l’azienda che si affida al lui. Ma queste è solo la prima fase, cui segue l’analisi di mercato. Dalle risposte nel documento Cappello analizza il mercato nel quale si trova l’azienda e studia i concorrenti, “come si comportano, che tipo di offerte fanno ed estraggo (laddove è possibile) tutti gli elementi utili a differenziarti rispetto a loro. Servirà poi a definire tutta la parte di comunicazione che andremo a strutturare”.

Siamo solo alla fase 2…lo step successivo è lo sviluppo del progetto che è assolutamente personalizzato. “In base alle tue reali esigenze – si legge ancora sul portale – decideremo quale sistema di vendita sviluppare. L’obiettivo principale è sempre quello di generare più contatti e richieste di preventivo velocemente, facendoti recuperare prima possibile l’investimento iniziale, per poi iniziare subito a incrementare i tuoi profitti”.

Sul portale è tutto chiaro e per certi versi sembra “un gioco da ragazzi” ma non è affatto così. Servono competenze, studio ed esperienza ma anche intuizione e predisposizione, per elaborare strategie efficaci. Fare un’analisi preliminare non è mai banale. Basta tralasciare qualche aspetto e si sbaglia il focus della campagna. “Cerco di capire dove ti trovi. Che lavoro hai fatto fino adesso, se stai investendo in pubblicità e se hai già esperienza in marketing automation. Quanto hai investito sullo sviluppo del sito, quanto stai investendo in pubblicità, cosa ti aspetti da me” scrive Cappello. Altrettanto cruciale è l’analisi di mercato. Non basta infatti analizzare i concorrenti e individuare la posizione dell’azienda sul mercato. Bisogna in effetti studiare i margini di miglioramento. Al cliente il consulente google ads Alex Cappello fornisce indicazioni precise su “cosa occorre fare sul sito web, predisponendo un ordine prioritario operativo, quali possono essere i tempi minimi necessari per iniziare a vedere i primi risultati”.

Una volta completate le due fasi di studio inizia il vero e proprio lavoro dall’ottimizzazione del sito, per migliorare la visibilità organica dei prodotti e delle pagine all’attivazione di una campagna pubblicitaria e all’automation, per fidelizzare e aumentare i margini di profitto. Quando si ricevono le prime vendite e le prime richieste di preventivo vuol dire che il progetto sta iniziando a funzionare. A quel punto scatta il lavoro di ottimizzazione cioè aggiustare e migliorare i costi di conversione per migliorare il margine di guadagno.