Milano. A giugno il potere degli antichi

Si parte mercoledì 6 giugno con “Il potere degli antichi“. E’ il primo appuntamento del nuovo ciclo di Lezioni di Storia che si tengono a Milano nel mese di giugno. Si tratta di una vera a propria tradizione. L’appuntamento si tiene nella Basilica di Santa Maria delle Grazie ogni mercoledì alle ore 21.

Si tratta di quattro incontri in programma dal 6 al 27 giugno. Saranno introdotti da Chiara Continisio sul tema “Il potere degli antichi”. Nella prima lezione del 6 giugno sarà protagonista Andrea Carandini. Sarà lui infatti a descrivere il potere nell’antica Roma. Lo farà mediante la vita e gli intrighi di Agrippina. Questa donna infatti era simbolo del potere: pronipote di Augusto, sorella di Caligola, moglie di Claudio e madre di Nerone. Agrippina aveva un progetto politico chiaro. Era disposta a tutto pur di realizzare il suo disegno di potere. La Roma Imperiale è l’emblema del potere degli antichi.

Il potere degli antichi: La libertà e la religione

Andrea Giardina il 13 giugno illustrerà cosa accade quando una grande religione monoteista arriva al potere. Il cristianesimo si è insediato in uno sterminato impero come quello di Costantino. Il 20 giugno sarà la volta di Luciano Canfora che rifletterà sull’esercizio del potere partendo dalle gesta di un grande condottiero: Giulio Cesare. Uno dei grandi della storia, colui che ha saputo gestire il potere.

A chiudere il ciclo il 27 giugno Eva Cantarella con Ulisse e il potere della libertà. L’iniziativa è stata promossa dal Comune di Milano. Ad idearla e progettarla sono stati gli Editori Laterza in collaborazione con la Fondazione Corriere della Sera e i Padri Domenicani del Centro culturale “Alle Grazie”. Le Lezioni di Storia sono possibili grazie anche al prezioso contributo dello sponsor Banco BPM. Ma anche grazie al sostegno della Fondazione Pasquinelli e di Rodrigo Rodriquez. L’ingresso è ad accesso libero sino all’esaurimento dei posti disponibili nella Basilica di Santa Maria delle Grazie.