A Milano preservativi gratis da ottobre: ecco dove

Preservativi gratis in Lombardia. Un’iniziativa che ha fatto parecchio discutere. Simone Zambelli, mini sindaco del Municipio 8, ha sposato il progetto. In via Quarenghi e piazzale Accursio saranno forniti anche depliant informativi sull’uso corretto dei contraccettivi.

Zambelli si inserisce nella scia della querelle in Regione. La dem Paola Bocci aveva proposto nell’ordine del giorno la contraccezione gratuita per gli under 24. L’emendamento era stato approvato dal consiglio regionale il 31 luglio. L’esponente regionale si era detta soddisfatta del risultato. “E’ responsabilità delle istituzioni fare di tutto sia per evitare le conseguenze tragiche di una malattia devastante come l’HIV”. Inoltre per la dem le istituzioni devono “rendere i giovani più consapevoli delle proprie scelte che non devono essere dettate dalla condizione economica”.

La proposta è stata temporaneamente bloccata dall’assessore regionale al welfare Giulio Gallera di FI. Il problema riguardava le parole usate nell’ordine del giorno. Da una parte era una specie di obbligo farlo, dall’altra solo un invito a prendere in considerazione la questione. Secondo Gallera infatti “La Regione non sarà in alcun modo obbligata a fornire contraccezione gratuita ai più giovani. Deciderà se erogarla o meno valutando i limiti delle disponibilità di bilancio”.

Preservativi gratis a Milano da ottobre

Il mini sindaco di Milano 8 ha però pensato di dare vita alla sua iniziativa “Prendimi”. Si stanno cercando sponsor per avviare il progetto da ottobre in due biblioteche. Infatti i costi non graveranno sull’amministrazione. Sono state prese come luogo di distribuzione le biblioteche, molto frequentate dai ragazzi. Tra i milanesi cresce il sesso non protetto. Aumentano i rischi sia di gravidanze indesiderate che di malattie sessualmente trasmissibili, come anche l’Hiv. L’assessore comunale alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino si è detto interessato a osservare i risultati. Se saranno positivi, il Comune è pronto ad estendere il programma in tutta la città. L’obiettivo è quello di garantire ai giovani di Milano il sesso sicuro e protetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *